Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Si intesta i conti correnti dell'anziana cugina e le sottrae 280.000 euro

A processo una donna di 61 anni che è riuscita a convincere una donna di 88 anni, malata e con problemi cognitivi, a farla figurare come co-titolare del conto corrente: in due mesi le ha sottratto migliaia di euro

È riuscita a impossessarsi di 280.000 euro in due mesi, soldi prelevati direttamente dal conto corrente che si era fatta co-intestare e versati sul proprio. Versamenti e prelievi che hanno portato a una denuncia prima, e a un processo per circonvenzione di incapace poi.

Al centro della vicenda una donna di 61 anni, rinviata a giudizio per fatti risalenti al 2017. Secondo i familiari, e la procura che per lei ha disposto il processo, avrebbe approfittato di un’anziana cugina, all’epoca 88enne e in cattive condizioni di salute, convincendola - per i parenti anche costringendola - a modificare le disposizioni bancarie in modo da farla figurare come co-titolare del conto corrente.

Una volta ottenuta la doppia firma, la 61enne avrebbe disposto un prelievo 30.000 euro dal conto corrente dell’anziana al suo, e due mesi dopo avrebbe replicato l’operazione. Stavolta però prelevando ben 250.000 euro, versati sul conto corrente di Poste Italiane di cui lei era esclusiva titolare.

I parenti dell’anziana donna avevano deciso di denunciare l’accaduto ai carabinieri, che avevano avviato gli accertamenti. La vicenda è finita sul tavolo del pm Gianluca Mazzei, che proprio in questi giorni sta procedendo con l’ascolto dei testimoni e con l’analisi della corposa documentazione allegata al fascicolo.

Parti offese nel processo sono i familiari dell’anziana, nel frattempo deceduta. L'accusa è di reiterata e aggravata circonvenzione di incapace.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si intesta i conti correnti dell'anziana cugina e le sottrae 280.000 euro

RomaToday è in caricamento