Cronaca

Tor di Quinto, si cala in un tombino per rubare cavi elettrici di Acea

Fermato, l'uomo ha cercato di nascondere gli attrezzi con cui stava tagliando il cavo

È stato fermato poco prima della mezzanotte del 31 maggio dagli agenti della Polizia di Stato del XV Distretto Ponte Milvio, in via di Tor di Quinto, all'altezza di via Riano, mentre stava rubando cavi elettrici. Per questo motivo gli agenti hanno arrestato un 43enne romeno.

I poliziotti mentre stavano percorrendo il viale hanno notato un uomo seduto a terra con le gambe all'interno di un tombino intento a tagliare un grosso cavo elettrico. All'arrivo dei poliziotti, l'uomo ha interrotto la sua azione e ha cercato di nascondere gli attrezzi con cui stava tagliando il cavo.

Il 43enne è stato bloccato e controllato. Gli agenti hanno così rinvenuto un seghetto di ferro di 30 centimetri e, all'interno della tasca posteriore del pantalone, un altro attrezzo metallico, nonché due grossi cavi elettrici di rame lunghi 3 metri e del diametro di 6 cm del peso complessivo di circa 30 chili appena sottratti dal tombino di Acea dal valore di circa 200 euro. Il romeno, accompagnato presso gli uffici di polizia per gli accertamenti di rito è stato accompagnato presso le celle di sicurezza della Questura in attesa di essere accompagnato nella mattinata odierna presso il Tribunale di Roma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tor di Quinto, si cala in un tombino per rubare cavi elettrici di Acea

RomaToday è in caricamento