Cronaca

Parco acquatico: si "tuffano" nelle cassette di sicurezza, tre arresti

Hanno portato via soldi e cellulari che i clienti del parco avevano lasciato nelle cassette di sicurezza. I tre ragazzi, minorenni, sono stati rintracciati e arrestati

Soldi e diversi cellulari “spariti” dalle cassette di sicurezza. Queste le prime segnalazioni che erano giunte durante la mattinata di ieri alla direzione di un parco acquatico di Roma da parte di alcuni clienti. Così dalla direzione è stato allertato il personale di vigilanza ed è partita la telefonata al “113” per la richiesta di una Volante della Polizia e la segnalazione di quanto stava accadendo.

Nel frattempo sono state visionati i filmati del circuito di sorveglianza interno, dai quali si potevano notare 3 ragazzi in costume da bagno manomettere i contenitori di sicurezza ed appropriarsi del loro contenuto. I tre sono stati individuati mentre cercavano di uscire dal parco e fermati e identificati dalla Volante della Questura appena giunta. Agli agenti, i ragazzi hanno consegnato il “bottino” consistente complessivamente in 7 telefoni cellulari di varie marche dai quali avevano asportato le relative sim-card contenute all’interno, un i-pod e la somma di 125,00 euro.


Tutta la refurtiva è stata successivamente riconsegnata dagli agenti ai legittimi proprietari. I ragazzi, tutti di età compresa tra i 15 e 16 anni, sono stati quindi accompagnati al Commissariato di Monteverde e, al termine degli accertamenti, denunciati per il reato di furto aggravato in concorso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco acquatico: si "tuffano" nelle cassette di sicurezza, tre arresti

RomaToday è in caricamento