Ostia: fermati dopo aver 'ripulito' manufatti da un cantiere edile

Il furto perpetrato in un'area in disuso su lungomare Duca degli Abruzzi. Arrestato un 30enne, i due complici sono riusciti a far perdere le loro tracce

Avevano già caricato il loro furgone di una cospicua quantità di materiali da un cantiere edile in disuso e si accingevano ad allontanarsi dal posto. Quando sono transitati sul lungomare Duca degli Abruzzi, all’altezza di via Carlo Avegno, ad Ostia i poliziotti hanno notato un furgone, condotto da un uomo, uscire da un cantiere edile, mentre altri due giovani seguivano il veicolo a piedi.

CANTIERE INUTILIZZATO - Gli agenti si sono subito insospettiti, essendo a conoscenza che il cantiere da tempo è inutilizzato. Resisi conto dell’imminente controllo, i due giovani appiedati sono fuggiti riuscendo a far perdere le proprie tracce, mentre l’uomo a bordo del furgone ha cercato di allontanarsi a tutta velocità a bordo del mezzo, ma è stato ben presto raggiunto e bloccato.

LUCCHETTO TRANCIATO - Dal controllo effettuato nel cantiere, è emerso che il lucchetto del cancello d’ingresso era stato tranciato, così come la porta del container da dove era stato prelevato il materiale. Condotto in Commissariato, l’uomo è stato identificato in un 30enne romeno, con precedenti di Polizia per reati contro il patrimonio. Per lui, pertanto, al termine è scattato l’arresto. Dovrà rispondere di furto aggravato. Proseguono le indagini per identificare i complici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Zona arancione, oggi si decide per Roma e il Lazio: i romani dovranno abituarsi a nuove regole

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento