Casal Monastero: camionista infedele carica la 'merce' sull'auto del compare

I prodotti erano destinati alla vendita nei supermercati della zona. L'autotrasportatore trovato dai carabinieri in via Dante di Maiano

Parte della refurtiva recuperta dai carabinieri

Un autotrasportatore 'infedele' che prima di portare il carico a destinazione lo faceva 'sparire' un pò alla volta con l'aiuto di un complice. A mettere fine al 'business' di un cittadino romeno di 31 anni e del suo compagno di furto, un cittadino moldavo 40enne, i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, dopo averli trovati a trasbordare la merce dal camion all'auto del complice nella zona di Casale Monastero-Sant'Alessandro, periferia nord est della Capitale.

TIR CARICO DI PRODOTTI - Il 31enne, autotrasportatore per conto di un magazzino di stoccaggio, era alla guida di un Tir carico di prodotti di vario genere destinati ai punti vendita di una catena di supermercati della Capitale. Nella notte, il Tir è stato notato da una pattuglia di Militari dell'Arma fermo in prossimità di via Dante da Maiano, poco distante dalla Centrale del Latte, all'uscita 12 del Grande Raccordo Anulare.

SULL'AUTO DEL COMPLICE - Incuriositi, i militari si sono avvicinati ed hanno sorpreso l’autotrasportatore e il complice mentre stavano scaricando dal rimorchio una piccola parte della merce sistemandola nell’auto del “compare”. Il tutto dopo aver rimosso dal portellone del Tir i sigilli originali del magazzino, pronti ad essere sostituiti da altri con numero seriale contraffatto che sarebbero stati installati sul rimorchio ad operazione di “trasbordo” conclusa.

MERCE RUBATA IN CASA - Sono immediatamente scattate le perquisizioni nelle abitazioni dei due ladri, dove è stata recuperata un’ingente quantità di merce, destinata alla stessa catena di supermercati. Questo particolare ha indotto i Carabinieri a ipotizzare che i furti, sempre di piccole quantità di merce rispetto a quella notevole stipata nel rimorchio – probabilmente affinché gli ammanchi non dessero nell’occhio - andavano avanti da un pò di tempo a questa parte. I malviventi, pregiudicati, sono stati ammanettati e portati in caserma in attesa del rito direttissimo. Per loro l'accusa è "furto aggravato in concorso".

REFURTIVA RESTITUITA - L’intera refurtiva è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Si spegne l’Auchan di Porta di Roma: lo spettro dell’esubero su 250 lavoratori

  • Miss Roma 2020: in 15 per l'ambita corona. Domenica la premiazione a Frascati

  • Ai funerali Willy arriva 'Er Brasile', Minnocci respinto all'ingresso: "Trattato come bandito, ma volevo solo portare fiori"

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento