Ponte Mammolo: con l'auto piena di materiale hi-tech rubato, denunciati

I due sono stati sopresi dagli agenti di polizia dopo aver parcheggiato un'Opel Astra sotto i piloni del ponte di viale Palmiro Togliatti

Parte della refurtiva recuperata dalla polizia

Un atteggiamento sospetto. Questo quanto ha permesso ad una pattuglia di poliziotti del commissariato San Basilio di rinvenire numerose apparecchiature elettroniche nascoste nel cofano di un'automobile ritrovata in zona Ponte Mammolo. L'autovettura, parcheggiata tra due piloni di un ponte in viale Palmiro Togliatti, è stata notata dagli agenti in servizio di controllo del territorio, proprio in una zona dove negli ultimi tempi sono stati segnalati frequenti furti sulle autovetture parcheggiate. Quando i poliziotti si sono avvicinati, si sono insospettiti quando le due persone, scese dall’auto, una Opel Astra, alla loro vista l’hanno chiusa velocemente e si sono allontanati a piedi.

CHIAVI IN TASCA - Gli Agenti, però, li hanno inseguiti e sono riusciti a bloccarli a pochi metri dal mezzo. I due uomini, entrambi romeni, identificati in un 36enne ed un 23enne, con vari precedenti di Polizia, sono stati perquisiti e, indosso ad uno di loro, hanno trovato le chiavi dell’Opel. All’interno dell’autovettura, nel bagagliaio gli Agenti sotto ad un lenzuolo, hanno trovato numerose apparecchiature elettroniche tra cui tv, monitor, decoder, lettore cd, navigatore satellitare, Pc, vari carica batterie ma anche arnesi per lo scasso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

ESTREMO TENTATIVO - Durante il controllo, i due fermati hanno iniziato ad andare in escandescenza e, dopo aver prelevato parte della merce rubata, hanno iniziato a gettarla a terra con l’intento probabilmente, di farla passare da “refurtiva" a “rifiuto solido urbano”. Bloccati, sono stati accompagnati negli uffici del Commissariato di zona dove sono stati denunciati per ricettazione e possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

  • Coronavirus, a Roma 494 casi. Nel Lazio 994 nuovi contagi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento