rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca Cerveteri

Furti e atto vandalico ai volontari del Nucleo Subacqueo, rubata anche una testuggine

Rubate radio, giacche di salvataggio e una tartaruga lacustre americana. La condanna del Sindaco di Cerveteri

Furto e atto vandalico ai danni del Nucleo Subacqueo Cerveteri Onlus a Campo di Mare a Cerveteri. Ad essere rubate radio, giacche di salvataggio e una testuggine lacustre americana. "Alla stupidità non c’è mai fine. Mi domando davvero, con quale coraggio e forza, qualcuno abbia potuto compiere quanto hanno subito i volontari del Nucleo Subacqueo Cerveteri Onlus, una realtà preziosa della nostra città che quotidianamente offre la propria presenza e professionalità al servizio dei bagnanti e del nostro mare. A loro - dichiara il Sindaco Alessio Pascucci - nome della città di Cerveteri, tutto il nostro sostegno e solidarietà". 

Furti e atto vandalico Nucleo Subacqueo

Furto e atti vandalici al Nucleo Subacqueo Cerveteri 

Vetri rotti e materiale rubato, come le radio, giubotti di salvataggio e materiale vario. Oltre ad una testuggine lacustre americana, recuperata e accudita dai Volontari del Nucleo che proprio in queste ore sarebbe stata consegnata ad esperti che l’avrebbero riportata al suo habitat naturale. "Il Nucleo Subacqueo Cerveteri Onlus svolge ogni giorno un lavoro prezioso, una serie di attività dalle quali ognuno di noi dovrebbe imparare. Lavorano a stretto contatto con la nostra Protezione Civile nel progetto Mare Sicuro, offrono la loro professionalità per il benessere collettivo. Tutte iniziative che svolgono solo per amore della collettività. Non capisco davvero dunque per quale motivo si possa fare un gesto come quello che hanno subito – ha detto il Sindaco Alessio Pascucci – sono certo che nonostante questo, la loro forza e la loro voglia di mettersi a disposizione della città non sarà scalfita, ma anzi, ripartiranno ancora più forti e pronti".

Non fate morire la tartaruga 

In merito all’atto vandalico interviene anche Fabrizio Pierantozzi, coordinatore del Gruppo, che sul furto della testuggine lacustre americana dichiara: "La avevamo salvata e portata in sicurezza, prestandole tutte le cure di cui aveva bisogno. Chiedo solamente a chi l’ha presa, di portarla in un posto sicuro, magari lasciandola proprio davanti la nostra sede e permetterci così di non farla morire. Chiunque ne fosse in possesso in questo momento, per farla sopravvivere la testuggine ha bisogno di una vaschetta con un po di acqua dolce e si nutre di macinato, in quanto carnivora. Almeno in questo caso, auspichiamo in un pizzico di buon senso dagli autori di questo assurdo gesto fatto nei nostri confronti". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti e atto vandalico ai volontari del Nucleo Subacqueo, rubata anche una testuggine

RomaToday è in caricamento