Un fazzoletto sul telefono per derubare i turisti in spiaggia, arrestato 40enne

L'uomo è stato fermato dai carabinieri dopo aver 'allegerito' un bagnante in uno stabilimento balneare di Passoscuro

Da Roma a Passoscuro per allegerire i turisti stranieri in spiaggia con la tecnica del fazzoletto sul cellulare. Ad arrestare un romano di 40 anni per furto aggravato i carabinieri della Compagnia di Civitavecchia, impegnati in mirati servizi di controllo sul litorale per la stagione estiva. 

Da Roma alla spiaggia di Passoscuro

L'attività è stata eseguita nel pomeriggio di ieri 12 luglio, quando l’uomo, in trasferta da Roma, si aggirava all’interno di uno stabilimento balneare di Passoscuro in cerca di qualche bagnante da depredare e, individuata la vittima, un turista americano in vacanza sul litorale romano, gli aveva asportato con destrezza il telefono cellulare che aveva appoggiato sul bancone del bar, allontanandosi velocemente a piedi. 

Ladro ancora in spiaggia 

La vittima, avvedutasi poco dopo del furto, ha subito richiesto l’intervento dei Carabinieri contattando il numero di emergenza 112, fornendo una accurata descrizione dell’autore del reato. La pattuglia della Stazione Carabinieri di Passoscuro prontamente intervenuta ha individuato e bloccato l’uomo, convinto di averla fatta franca, anche perché lo stesso, accortosi di quanto stava accadendo, si era liberato del telefono cellulare, di cui non era più in possesso al momento del controllo, affermando la sua estraneità a quanto contestatogli. 

La tecnica del fazzoletto sul telefono cellulare

Ma i Carabinieri di Passoscuro hanno deciso di approfondire gli accertamenti e, dopo aver acquisito le immagini del sistema di videosorveglianza dello stabilimento ove si era consumato il furto, hanno riscontrato che l’uomo, dopo essersi avvicinato alla vittima, aveva poggiato un fazzoletto di stoffa sul telefono cellulare che l’ignaro turista aveva lasciato sul bancone del bar dove stava consumando una bevanda e, nel riprendere lo stesso fazzoletto, aveva portato via anche il cellulare, senza che nessuno, nell’immediatezza, si avvedesse di quanto era successo. 

Cellulare nascosto nel giardino

A questo punto i militari, accertato che l’uomo era l’autore del furto, hanno avviato ricerche nelle vicinanze, ritrovando il cellulare nel giardino di un altro locale poco distante da quello del fatto, ancora avvolto nel fazzoletto utilizzato dal ladro, restituendolo al legittimo proprietario. Pertanto il 40enne è stato dichiarato in arresto e trattenuto in Camera di Sicurezza per la notte, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto e del giudizio direttissimo fissati per la giornata di oggi, nel corso dei quali dovrà rispondere all’Autorità Giudiziaria del reato di furto aggravato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento