Furti alla RomaOstia, l'odissea dei podisti nel campo rom per recuperare zaini rubati

Gli atleti abruzzesi della Podistica Luco dei Marsi che, con foto e denunce, hanno raccontato la loro odissea dopo la RomaOstia fino al campo di Castel Romano. La Polizia ha recuperato il maltolto

Foto del gruppo sportivo di Luco dei Marsi

Un'odissea per recuperare gli zaini rubati. Un racconto dettagliato con tanto di foto che ha visto protagonisti 32 atleti della del gruppo sportivo abruzzese di Luco dei Marsi, al termine della RomaOstia corsa ieri 12 marzo dall'Eur fino al litorale. Gli atleti, partiti all'alba di domenica, hanno raggiunto la Capitale per partecipare alla mazza maratona più partecipata d'Italia.

PULLMAN SACCHEGGIATO - Una festa sportiva rovinata quando, al termine, i podisti sono rientrati al loro pullman. Vetri infranti e tappezzeria messa a soqquadro facevano da contorno ad una scena di furto, ormai classica dopo la RomaOstia. Alcuni ladri avevano rubato zaini e borse con all'interno cellulari, soldi, orologi, chiavi di casa e vestiti di ricambio. E' qui che ha inizio l'odissea.

"Ci siamo diretti al primo Commissariato di Polizia. Ci è stato detto che le nostre denunce di smarrimento le avremmo dovute fare al nostro commissariato locale", raccontano i corridori di Luco dei Marsi che, poco più tardi, tramite la geo localizzazione, hanno notato che molti dei cellulari in loro possesso erano presenti nel vicino campo rom di Castel Romano.

PODISTI A CASTEL ROMANO - "Senza pensarci troppo abbiamo deciso che volevamo riprenderci la nostra roba e siamo andati lì. Fuori dal campo ci siamo ritrovati davanti 4000 nomadi e così abbiamo chiamo la Polizia che è corsa sul posto", raccontano ancora. Lì, grazie all'aiuto degli agenti del commissariato Spinaceto diretto da Simone Macrì del reparto volanti  e del  reparto mobile, i podisti sono riusciti ad entrare nel campo dove è iniziata una vasta ricerca. 

IL RECUPERO DELLA REFURTIVA - Durante le perquisizioni sono stati rinvenuti 8 borsoni contenenti capi di abbigliamento e diversi documenti di identità. Il tutto è stato restituito ai legittimi proprietari. Inoltre, durante le operazioni, sempre all'interno del campo nomadi, sono state sequestrate una katana, una replica di una pistola priva di tappo rosso ed una berlina priva di assicurazione. Una persona residente a Castel Romano è stata denunciata.

katana-3LA DIGNITA' DEGLI ATLETI - "Non abbiamo recuperato soldi, telefoni e oggetti di valore ma almeno la dignità di dire noi 'non ci fermiamo', 'noi urliamo con forza che questo scempio non può continuare', ce la siamo tolta. - raccontano ancora i rappresentati del gruppo sportivo abruzzese di Luco dei Marsi postando le foto della loro odissea - E' difficile spiegare come ci si sente nel vedere come ci guardavano queste persone. Nei loro sorrisi si capiva tutta la loro contentezza nel sapere che le leggi Italiane sono fate in modo che loro possono sguazzarci dentro e che noi non potevamo fare assolutamente nulla nonostante sapevamo che la roba era lì dentro".

ALTRI ZAINI RUBATI Ieri, subito dopo la mezza maratona, un altro fatto simile. Ad intervenire questa volta i Carabinieri della Stazione Roma Tor dé Cenci che, nel corso di un servizio nei pressi della baraccopoli di Castel Romano, hanno notato e inseguito un'auto sospetta. All'interno della vettura sono stati ritrovati 16 zaini e 11 buste, tutti rubati ai partecipanti della mezza maratona RomaOstia. Nel frattempo proseguono anche oggi le ricerche e le indagini degli investigatori che, hanno identificato molti residenti del campo, cercando di stabilire le responsabilità penali dei singoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

Torna su
RomaToday è in caricamento