rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Furti e rapine sui treni, banditi minacciavano anche i controllori

Quattro i malviventi raggiunti da un'ordinanza di custodia cautelare al termine di un'attività della PolFer

Furti e rapine a bordo dei treni approfittando del sonno dei passeggeri sino ad arrivare a minacciare il personale ferroviario in servizio a bordo treno. Sono stati catturati nella mattinata di mercoledì 1 agosto, dal personale del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Lazio, quattro italiani facenti parte di un’associazione criminale dedita ai furti e rapine sui treni notturni nella tratta Villa San Giovanni-Roma e sulla Napoli-Formia-Roma.

Furti e rapine a bordo dei treni 

I quattro, tutti residenti tra Napoli e provincia, erano soliti mettere a segno i colpi approfittando del sonno dei viaggiatori e giungendo finanche a minacciare il personale ferroviario in servizio a bordo treno. L’attività di indagine, iniziata nel 2015 a seguito di una recrudescenza di episodi delittuosi, si è basata inizialmente sulla descrizione fornita dalle vittime e dal personale di bordo. Ne sono scaturiti mirati servizi di scorta a bordo dei convogli interessati da parte degli operatori della polizia ferroviaria in abiti civili per arrivare all’individuazione del gruppo criminale.

Quattro ordinanze di custodia cautelare 

L’esito degli accertamenti, trasmesso alla Procura presso il Tribunale di Vallo della Lucania che ha coordinato le investigazioni, si è tradotto nell’emissione a carico dei quattro soggetti di altrettante ordinanze di custodia cautelare in carcere per il reato di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di furti e rapine. Le misure sono state eseguite in collaborazione con i Compartimenti Polizia Ferroviaria per la Campania e per le Marche, Umbria e Abruzzo.

Già in arresto per i medesimi reati 

Tra i soggetti destinatari della misura restrittiva: un 27enne raggiunto dal provvedimento presso la casa Circondariale di Pescara, dove si trova detenuto per reati analoghi e tratto in arresto nel decorso anno sempre da personale del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Lazio; un 29enne, rintracciato presso una comunità sita nel Comune di Vasto (Chieti) e tradotto presso la Casa Circondariale di Vasto; un 31enne ed un uomo di 37 anni, individuati e rintracciati nelle proprie abitazioni di Napoli e tradotti presso la Casa Circondariale di Poggioreale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti e rapine sui treni, banditi minacciavano anche i controllori

RomaToday è in caricamento