Cronaca Trullo / Via della Magliana

Da Villa Ada alla Magliana predoni di oro rosso in azione: tre arresti

I ladri sono stati fermati dai Carabinieri in due distinti interventi. Recuperati centinaia di chili di rame

Foto di archivio

Tre arresti per furti di rame, in due distinti interventi dei Carabinieri. A finire in manette un cittadino romeno di 24 anni, nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, sorpreso mentre si stava allontanando da via della Magliana, nei pressi della stazione ferroviaria, con un borsone contenente 120 Kg in trecce di cavi unipolari in rame, recise e arrotolate già senza guaina protettiva. 

Inutile il suo tentativo di abbandonare il prezioso carico e darsela a gambe. Dopo alcuni metri di inseguimento a piedi, i militari sono riusciti a bloccarlo. E’ in corso anche l’identificazione di un complice che è riuscito a far perdere le proprie tracce. 

Il rame recuperato è stato affidato ad un dipendente incaricato dall’Acea, che ha riconosciuto il materiale sequestrato come quello che, in esclusiva, l’azienda utilizza per la realizzazione degli impianti a bassa tensione.

Il secondo episodio ha visto protagonisti altri due cittadini romeni, di 39 e 53 anni, entrambi con precedenti, arrestati dai Carabinieri della Stazione Roma viale Eritrea con l’accusa di tentato furto. I due ladri erano entrati in azione in via della Moschea, dove stavano tentando di recidere dei cavi in rame installati nella vicina stazione ferroviaria Acqua Acetosa. Grazie a una segnalazione pervenuta al 112, i Carabinieri sono riusciti a evitare danni all’impianto elettrico e a bloccare i due predoni di “oro rosso”. Sequestrato un paio di grosse cesoie che i cittadini romeni avrebbero utilizzato per tagliare senza fatica i cavi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Villa Ada alla Magliana predoni di oro rosso in azione: tre arresti

RomaToday è in caricamento