Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca Centro Storico / Via del Corso, 79

Rapine e furti: centri commerciali e negozi "sotto assedio"

Oggi i Carabinieri in poche ore hanno arrestato 5 persone sorprese a rubare in alcuni negozi della capitale. Tutti saranno sottoposti a rito direttissimo

In poche ore i Carabinieri della capitale sono riusciti ad arrestare 5 persone sorprese a rubare la merce dagli scaffali dei negozi. A finire in manette per prima una romena di 36 anni che era riuscita, in breve tempo, a nascondere prodotti cosmetici per un valore di oltre 1.600 euro. Gli addetti alla vigilanza interna al negozio avevano notato i suoi strani movimenti e dopo averla scoperta hanno chiamato i Carabinieri che l’hanno arrestata con l’accusa di furto aggravato.

In via del Corso, i Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno arrestato due cittadini moldavi di 37 e 44 anni che avevano preso di mira una camiceria. La refurtiva, per un valore di 450 euro, è stata restituita al responsabile del negozio.

Un altro moldavo ma di 35 anni è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma all’interno del centro commerciale “Porte di Roma” di via Alberto Lionello. L'uomo dopo aver forzato le placche anti-taccheggio di alcuni articoli sportivi stava tentando di dileguarsi senza passare per le casse. Anche in questo caso è stato notato dagli addetti alla sicurezza dell’esercizio che hanno immediatamente chiamato gli agenti che poi hanno bloccato il ladro. Durante la perquisizione, l’uomo è stato trovato in possesso anche di altra merce rubata poco prima in un altro negozio del centro commerciale. Il valore della refurtiva recuperata è di circa 220 euro.


Infine, in piazzale dei Partigiani, i Carabinieri della Stazione Roma Garbatella, hanno arrestato un cittadino romeno di 35 anni che aveva rubato della merce in un negozio di generi alimentari. Il ladro prima aveva aggredito il vigilantes che lo aveva scoperto. Poi quando è stato avvicinato dagli agenti ha iniziato a prenderli a calci e pugni. Riportata la calma, l’uomo è stato ammanettato e portato in caserma. Per lui l’accusa è di rapina impropria, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Tutti gli arrestati sono stati trattenuti in caserma in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapine e furti: centri commerciali e negozi "sotto assedio"

RomaToday è in caricamento