Aurelia: derubava giovani in un locale della movida, 22enne in manette

Il giovane è stato fermato dai carabinieri con indosso un telefono cellulare trafugato dalle tasche di una giacca poco prima

Si confondeva tra i giovani che passavano le serate in un locale della movida di Civitavecchia per poi derubarli. Sono stati i carabinieri della compagnia del Comune portuale ad arrestarlo. Si tratta di un 22enne tunisino, senza fissa dimora, fermato con le accuse di furto con destrezza e tentato furto con strappo.

LOCALE SULLA VIA AURELIA 

La scorsa notte, nel corso dei servizi di controllo del territorio volti alla prevenzione e repressione dei reati predatori e di controllo alla movida, i Carabinieri della Stazione di Civitavecchia Porto sono intervenuti presso un locale notturno in via Aurelia, abitualmente frequentato da giovani, dove una ragazza aveva contattato il Numero Unico di Emergenza 112 segnalando che un giovane, poco prima, aveva tentato di strapparle la borsa che portava a tracolla. 

REFURTIVA INDOSSO 

I militari, raccolta la descrizione del malvivente, si sono messi sulle sue tracce individuandolo a poca distanza dal locale, mentre tentava di darsi alla fuga a piedi. Bloccato e portato in caserma, il fermato è stato trovato in possesso di uno smartphone di dubbia provenienza, non sapendo giustificare il suo possesso.  Immediati accertamenti hanno permesso ai Carabinieri di accertare che il telefono era stato trafugato poco prima, con destrezza, dall’interno della borsa di un’altra ragazza presente all’interno dello stesso locale, la quale ha sporto regolare denuncia di furto. 

DUE ANNI DI RECLUSIONE 

Pertanto, dopo aver restituito il telefono alla legittima proprietaria, i Carabinieri hanno arrestato il giovane ladro e lo hanno associato presso la Casa Circondariale di Borgata Aurelia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Civitavecchia. Nel corso dell’udienza presso il Tribunale di Civitavecchia, l’arresto è stato convalidato e il ladro è stato condannato alla pena di 2 anni di reclusione. Nei suoi confronti sono state inoltre avviate le pratiche amministrative per l’espulsione dal territorio nazionale, in quanto sprovvisto di regolare permesso di soggiorno.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento