menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furti nei negozi e topi d'auto: 15 arresti in città

Le volanti della polizia sono intervenute per fermare i responsabili di furti e rapina avvenute nella Capitale, tra ladri d'auto, furti in ospedale, negozi e supermercati

Quindici persone arrestate per furti e rapine dalle pattuglie della polizia in giro per la Capitale. Tra di loro, ladri di automobili, scippatori e "sciacalli" in ospedale.

Un 24enne romeno, C.I.M, ha provato a rubare all'interno di un supermercato nascondendo la refurtiva in un body da donna al quale aveva praticato un foro ma il sistema d'allarme è scattato ugualmente ed è stato fermato dagli agenti del commissariato Appio Nuovo. A San Basilio, invece, A.B., 18 anni, aveva cucito delle tasche interne al suo giaccone, riempiendolo di merce rubata che però è caduta a terra proprio davanti alla casse. Quando sono arrivati gli agenti, il giovane ha provato a scappare ma alla fine è stato arrestato per rapina aggravata.

In un negozio dell'Esquilino, tre donne georgiane di 48, 46 e 34 anni, avevano scelto un sistema ingegnoso per rubare alcuni capi di abbigliamento per bambini ma sono state scoperte dalle commesse: avevano scambiato i cartellini dei prezzi degli articoli con quelli dei capi meno costosi. Ma una dipendente ha notato questo tentativo di “sconto” e una collega ha richiamato l'attenzione di una pattuglia della polizia, che è intervenuta bloccando le te donne.

Controlli anche contro i “topi d'auto”. A Trastevere due 20enni romeni sono stati arrestati dalla polizia dopo il furto di due ciclomotori. Fermati in via Ozanam, al termine di un inseguimento, devono rispondere di furto aggravato in concorso. Due cittadini marocchini, M.K. e M. S. di 27 e 23 anni, sono stati arrestati mentre cercavano di forzare le portiere di alcune auto in sosta a via Macerata: uno faceva il “palo” e l'altro cercava di aprire l'auto. Bloccati da una pattuglia, sono stati trovato in possesso di arnesi da scasso e dovranno rispondere di tentato furto in concorso.

Sempre all'Esquilino, due donne sono state denunciate per furto all'interno di un ospedale. Le due, madre e figlia di 50 e 20 anni, agivano insieme distraendo i pazienti ricoverati e rubando loro preziosi e denaro. Ma sono state scoperte da alcune vittime che hanno chiamato il 113.

Un'altra chiamata al 113 ha consentito agli uomini delle volanti di fermare i responsabili di una rapina a un passante avvenuta sulla circonvallazione Gianicolense. S.M. B.C., I.V.C., Z.S., rispettivamente di 21, 29, 27 e 46 anni, cittadini romeni, sono stati descritti dettagliatamente dalla vittima e la polizia è riuscita così a individuarli poco dopo, sedute al tavolino di un bar nelle vicinanze. I quattro sono stati sottoposti al fermo di indiziato del delitto di rapina aggravata in concorso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento