Casse svuotate nelle boutique del Centro Storico: svelato il mistero degli ammanchi

Tre i ladri finiti in manette. La tecnica scoperta dai carabinieri dopo numerose denunce. Recuperati gli 'attrezzi del mestiere'

La chiavi passepartout usati dai ladri per svuotare le casse delle boutique del Centro

Una tecnica assodata messa in atto con delle chiavi passepartout. A metterla in atto due cittadini georgiani ed uno ucraino, rispettivamente di 33, 40 e 43 anni. A svelare il mistero degli ammanchi di denaro dalle casse delle boutique del Centro Storico della Capitale i carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina che hanno arrestato i tre ladri. 

CHIAVI PASSEPARTOUT - Gli arrestati “armati” di chiavi passepartout, si confondevano tra la calca dei clienti dei negozi e mentre due intrattenevano le commesse con continue richieste costringendole così ad allontanarsi dalla cassa, il terzo si accovacciava dietro il bancone aprendo il cassetto del registratore di cassa dove vengono riposti gli incassi, ripulendolo.

SEGUITI DAI CARABINIERI - L’ultimo colpo è stato fatale per i tre che sono stati bloccati da una pattuglia in abiti civili dei Carabinieri di San Lorenzo in Lucina che li aveva notati e seguiti. In attesa del rito direttissimo gli arrestati sono stati portati in caserma, recuperate e sequestrate le chiavi utilizzate per compiere i furti.

Furto casse boutique Centro Storico 1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento