Ladri d'auto al Salario: agenti seguono Gps e li arrestano a Torre Maura

Il furto della vettura in via Poggio Moiano. In manette due giovani di 27 e 29 anni

Immagine di repertorio

Furto aggravato: questo il reato contestato a due ladri “pizzicati” all’interno di un’autovettura che avevano appena rubato in via Poggio Moiano, zona Salario, rintracciata poi in via delle Rupicole a Torre Maura.

Allertata la sala operativa della Questura di Roma dalla centrale di teleallarme satellitare, per un’autovettura appena rubata, gli operatori hanno inviato immediatamente gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Tuscolano che giunti in via di delle Rupicole, individuata subito la macchina, hanno notato due persone intente ad armeggiare all’interno del veicolo: erano già intenti a disattivare il sistema di teleallarme.

Alla vista dei poliziotti i due hanno tentato di darsela a gambe ma raggiunti, sono stati bloccati e trovati in possesso di una forbice, di una chiave modificata per autovettura e di un cacciavite - materiale sequestrato dai poliziotti.

Dopo essere stati identificati per due giovani di 27 e 29 anni, entrambi di origine moldava ed in Italia senza fissa dimora, sono stati accompagnati negli uffici del commissariato. In particolare da ulteriori accertamenti è emerso che il 29enne era destinatario di un Ordine di Espulsione emesso dal Questore  di Roma poi notificato allo stesso.

Dopo il rito direttissimo, i due sono stati condannati a 6 mesi di reclusione e a 400 euro di multa.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento