menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Agenti seguono satellitare e trovano auto da 50mila euro rubata da poche ore “a raffreddare”

La vettura rubata a Morena è stata ritrovata dagli agenti della Polizia Locale di Ciampino

L’hanno trovata in sosta “a raffeddare”, gergo con il quale i ladri di auto indicano un luogo dove parcheggiare al sicuro le auto appena rubate fornite dei nuovi sistema satellitari di allarme. Un modo per evitare grane qualora il segnale venisse agganciato dalle forze dell’ordine che troverebbero così solamente la macchina rubata e non i ladri. Così è stata infatti ritrovata dagli agenti della Polziia Locale di Ciampino una costosa auto rubata poche ore prima nella zona di Morena. 

La Toyota Rav4, rubata da ignoti nella notte tra venerdì e sabato nella zona Morena, ha attivato il particolare dispositivo di allarme che ha inviato costanti segnali intercettati dalla pattuglia di pronto intervento, costituita dagli Ispettori M.R. e D.B, che da subito si sono prodigati per rintracciare il veicolo. Il particolare dispositivo di allarme, infatti, non restituisce un punto su una mappa ma è in grado di trasmettere continui impulsi (un pò come funziona il sistema aeronautico ADF) la cui lettura deve essere interpretata dagli agenti operanti. 

Il collegamento con la centrale operativa LoJack, che ha fornito le caratteristiche principali dell’autovettura, ed il costante collegamento con la Tenenza dei Carabinieri di Ciampino che ha fornito quanto disponibile nella banca dati interforze, ha consentito il ritrovamento del mezzo, “adeguatamente parcheggiato” per essere successivamente “trasferito” a nuova destinazione. Un’ora dopo il rinvenimento il veicolo è stato restituito al legittimo proprietario, incredulo di avere ritrovato il mezzo e per di più in così breve tempo. 

Il ritrovamento della vettura è arrivato nell’ambito della consueta attività straordinaria del Comando di Ciampino, nell’ambito del Progetto Sicurezza 2020, con controlli serali e notturni volti al contrasto dei fenomeni legati alla guida sotto l’effetto delle sostanze stupefacenti, in stato d’ebrezza e all’eccesso di velocità. Con l’inizio della Fase 2 dell’emergenza Coronavirus, infatti, sono ripresi tutta una serie di comportanti particolarmente pericolosi per la sicurezza stradale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento