Cronaca

Fuochi illegali: denunciato un italiano a Porta Portese

Aveva un deposito ai Castelli romani e vendeva confezioni di razzi di tutti i tipi nei pressi del famoso mercato all’aperto romano, il giro d’affari dell’uomo di 65 anni è stato scoperto ieri mattina

Confezioni di razzi "RazzoO'Jayd", "Razzolug" e anche "Rambo 31K". E poi 32 batterie di 16 colpi l'una di "Lily new Magnolia e Lily Regina"; ma anche "Bob Fire Silver, Cono Sant'Elena"; Tuono di Mezzanotte, razzetti mignon Panda; Aquile Notturne e 2050 pezzi Mefisto Manna.

Un uomo italiano di 65 anni è stato denunciato ieri mattina per la vendita di “botti” di Capodanno illegali. Gli agenti della polizia di Monteverde hanno sequestrato tutto il banco che era stato allestito nei pressi del mercato di Porta Portese.

La base si trovava invece ai Castelli romani, ad Ariccia dove sono stati ritrovati anche 330 bengala luminosi, girandole esplosive, lampade spaziali, "rambi", razzi e molti altri "botti" proibiti.

Ma i fuochi di Capodanno non erano l’unico “business” dell’uomo, di origine siciliana. Nello stesso deposito, di sua proprietà, sono stati sequestrati anche18 scatoloni contenenti capi di abbigliamento sportivo con il logo contraffatto delle delle società di calcio Roma, Inter, Milan e Juventus e scarpe Gucci e Nike.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuochi illegali: denunciato un italiano a Porta Portese

RomaToday è in caricamento