Bimbo morto soffocato all'Ikea: i funerali di Francesco a Colleverde di Guidonia

Le esequie si terranno il 21 marzo nella chiesa di San Remigio. Il Codacons presenta un esposto alla Procura della Repubblica

La chiesa di San Remigio a Colleverde di Guidonia

Si terranno nella chiesa di San Remigio, a Colleverde di Guidonia, le esequie del piccolo Francesco, il bambino di 3 anni morto lo scorso 17 marzo nel reparto di terapia intensiva del Policlinico Agostino Gemelli dopo essere rimasto soffocato da un pezzo di wurstel ingerito al ristorante Ikea del Centro Commerciale Porta di Roma di via Lionello a Bufalotta cinque giorni prima del decesso. I funerali si terranno alle 14 di domani 21 marzo nella parrocchia della frazione del comune di Guidonia Montecelio, in piazza di Colleverde.

ESPOSTO ALLA PROCURA - Dopo il via libera del pubblico ministero all'espianto e alla donazione degli organi del piccolo ad altri bambini bisognosi, e l'apertura di un fascicoli per "omicidio colposo contro ignoti", il Codacons ha deciso di presentare un esposto alla Procura della Repubblica di Roma.  "Vogliamo sapere se vi siano state eventuali carenze da parte dell’azienda sul fronte della sicurezza, – spiega l’associazione in una nota stampa – che hanno rallentato i soccorsi o contribuito a determinare la morte del bambino".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

MANOVRA DI HEIMLICH - L'associazione dei consumatori si pone inoltre una domanda: "Ci chiediamo se i dipendenti dell’Ikea, specie quelli che operano nel ristorante dell’azienda, abbiano ricevuto istruzioni su come intervenire in casi di emergenza. Ricordiamo infatti che, in caso di soffocamento, è sufficiente praticare ai bambini la manovra di Heimlich, che serve a rimuovere un'ostruzione delle vie aeree ed evitare conseguenze per la salute. La Procura - conclude il Codacons - dovrà inoltre verificare se, come riportato in queste ore, vi siano stati ritardi nei soccorsi e se il bimbo si sarebbe potuto salvare in caso di pronto intervento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 135 nuovi casi: sono 195 in totale nel Lazio. I dati Asl del 23 settembre

  • Coronavirus Roma, presidente dell'ordine dei medici: "Nel Lazio situazione preoccupante"

  • Albero crolla su auto, il padre della ragazza nella vettura: "Criminali, oggi potevo essere al funerale di mia figlia"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento