menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Simone Draghetti aveva 35 anni

Simone Draghetti aveva 35 anni

Bandiere biancoazzurre e lacrime per l'ultimo saluto a Simone Draghetti

Si sono celebrati alla Parrocchia Santa Maria del Popolo a Villalba di Guidonia i funerali del giovane 35enne trovato privo di vita lo scorso 6 luglio nella zona delle cave

Lacrime e commozione con un tripudio di bandiere e palloncini biancoazzurri. Si sono celebrati questa mattina a Villalba di Guidonia i funerali di Simone Draghetti, il 35enne trovato privo di vita lo scorso 6 luglio nella zona delle cave, nel Comune della Città dell'Aria.

L'ultimo saluto all'operaio di Villalba si è svolto alla chiesa di Santa Maria del Popolo con centinaia di persone che, rispettando le misure di distanziamento per l'emergenza Coronavirus, hanno partecipato in maniera composta fuori dal sagrato della parrocchia della frazione del Comune della Città dell'Aria.

Un funerale carico di emozioni, con amici, parenti, conoscenti e semplici abitanti di Villalba che lo hanno omaggiato con fumogeni, bandiere e palloncini biancoazzurri della Lazio, grande amore del giovane operaio. 

Un funerale che ha visto la presenza all'interno della chiesa di 80 persone munite di mascherina. Al fine di permettere la partecipazione alle centinaia di persone che hanno voluto ricordare Simone, sul sagrato della chiesa è stato montato un sistema di amplificazione esterno, che ha permesso di poter partecipare alla funzione. Ad accompagnare il 35enne nel suo ultimo saluto l'inno della Lazio "Vola un'aquila nel cielo". 

Il funerale del giovane, nato e cresciuto a Villalba di Guidonia, è stato preceduto mercoledì sera da una veglia funebre in piazza Caduti del Lavoro dove gli amici hanno realizzato una gigantografia sulle scalinate che recita: "Nessuno muore finchè vive nel cuore di chi resta", con accanto la scritta "Ciao Simò", il tutto dipinto di bianco e azzurro, i colori della squadra del cuore di Simone Draghetti.

Scomparso misteriosamente durante la pausa pranzo dalla cava dove lavorava lo scorso 3 giugno, il corpo privo di vita di Simone venne ritrovato il successivo 6 luglio in via della Campanella, a poche centinaia di metri da dove era sparito. Oggi l'ultimo saluto alla chiesa di Villalba. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento