Funerale Alitalia: i dipendenti portano la bara in spalla

Un corteo funebre ha raggiunto la sede della Regione da Fiumicino. La Cub trasporti: “Il core business della nuova Alitalia non sono i passeggeri, ma il danno sociale: stiamo qui a testimoniare diecimila licenziati e discriminazioni”

Ultimo giorno di vita per Alitalia e come da previsioni non sono mancate le proteste. La più particolare è stata senza dubbio il funerale dell'Alitalia, messo in scena dalla Cub Trasporti e dal Comitato Cassintegrati e Precari Alitalia /Airone.

In pratica si è trattato di un vero e proprio "corteo funebre" dall'aeroporto di Fiumicino alla Regione per dare l'addio alla "vecchia Alitalia" e insieme per protestare contro le "discriminazioni della nuova".

Un corteo di irriducibili ha portato in spalla la bara con di fianco un modellino d'aereo e un pugnale conficcato all'interno. Il tutto con le date 5 maggio 1947 e 12 gennaio 2009 ed una citazione dal 5 maggio di Alessandro Manzoni.

Polemico il sindacato Cub trasporti: “Il core business della nuova Alitalia non sono i passeggeri, ma il danno sociale: stiamo qui a testimoniare diecimila licenziati e discriminazioni. Oggi noi celebriamo il funerale e portiamo  i resti di un'azienda che era orgoglio e vanto dell'Italia e che da domani non ci sarà più”.

La manifestazione era contro le discriminazioni effettuate dalla "nuova" Alitalia "che ha escluso, tra l'altro, dalle assunzioni gran parte del personale in 104, moltissime donne in  maternità e o madri in nuclei familiari monogenitoriali, il  personale con elevata anzianità e senza i requisiti per la pensione, le lavoratrici ed i lavoratori con carichi familiari.

“A ciò si accompagna”, denuncia il Cub, “un massivo sfruttamento di lavoratori interinali sia negli aeroporti che in numerose altre attività  della compagnia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento