Cronaca

Con un "tesoro" nel marsupio fugge tra le auto e aggredisce i poliziotti

L'uomo, 32 anni, è dapprima fuggito a bordo di un motorino, poi, una volta caduto a terra viene raggiunto dalla polizia che, nonostante i calci e i pugni, riesce a fermarlo e ad arrestarlo

Dopo un inseguimento degno dei più famosi film polizieschi e l'aggressione agli agenti che lo hanno fermato, un uomo è stato arrestato ieri sera per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Si tratta di un cittadino georgiano di 32 anni, con precedenti per stupefacenti. Durante un pattugliamento in zona casilino, gli agenti hanno notato un uomo a bordo di un motociclo viaggiare a forte velocità. Insospettiti dall’andatura elevata, i poliziotti hanno intimato al motociclista di fermarsi, ma questi, per tutta risposta, ha accelerato iniziando a zigzagare tra le altre auto in marcia. Nel tentativo di sfuggire alla Polizia il centauro ha fatto una brusca manovra ed è finito in terra. Per nulla provato dalla caduta, si è immediatamente rialzato, scavalcando l’auto della polizia e dandosi alla fuga a piedi.

Gli agenti, però, dopo averlo inseguito per qualche centinaio di metri, sono riusciti a raggiungerlo e, nonostante le resistenze dell’uomo, che ha colpito i poliziotti con pugni e calci, ad immobilizzarlo. Nel suo marsupio sono stati trovati due orologi di valore, un Rolex ed uno Zenith, nonché alcune decine di migliaia di euro in contanti e diversi oggetti d’oro. Vista la sospetta provenienza di quanto trovato addosso all'uomo, gli agenti hanno sequestrato la merce rinvenuta, sulla cui provenienza saranno effettuate ulteriori indagini e lo hanno arrestato. Sarà processato per direttissima.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con un "tesoro" nel marsupio fugge tra le auto e aggredisce i poliziotti

RomaToday è in caricamento