Ultraleggero trancia i cavi dell'alta tensione e precipita: così è morto Franco Torretta

L'uomo è deceduto sia a causa del rogo sia dei traumi per il violento impatto, dopo il quale il velivolo si sarebbe rovesciato

Un impatto fatale in un campo tra Santa Severa e Tolfa. Per Franco Torretta, 66 anni di Roma, vittima di un incidente aereo non c'è stato nulla da fare. L'uomo era a bordo, come passeggero, dal velivolo, un ultraleggero biposto, condotto da Silvestro Morello, di 65, anche lui originario della Capitale e trasportato al Policlinico Gemelli con un'eliambulanza.

Sul caso indagano i carabinieri intervenuti sul posto insieme con i vigili del fuoco. Secondo una prima ricostruzione il piccolo cesna avrebbe anche tranciato i cavi di un traliccio dell'alta tensione prima di schiantarsi ed essere avvolto dalle fiamme.

Franco Torretta sarebbe deceduto sia a causa del rogo sia dei traumi per il violento impatto, dopo il quale il velivolo si sarebbe rovesciato. Anche il ferito ha riportato profonde ustioni. 

Sarà l'autopsia a stabilire se Silvestro Morello, alla guida come primo pilota, o se lo stretto Torretta siano stati colti da malore prima dell'impatto con i cavi, oppure se l'incidente sia stato provocato da un guasto tecnico o da una manovra errata. I due erano a pranzo insieme ed erano partiti in volto dopo per ammirare Santa Severa dall'alto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento