Cronaca

Fotografa disservizi sulla Roma-Lido: fermato fotografo

Giovane fotografo fermato e identificato mentre fotografa disservizi sulla Roma-Lido. Atac smentisce e ricorda: "È vietato per legge fare riprese cinefotografiche all'interno delle stazioni"

Un ragazzo di 25 anni è stato bloccato dal personale addetto alla vigilanza della stazione di Vitinia mentre stava fotografando un treno della Roma-Lido che era fermo, secondo quanto riferisce il giovane, da più di un'ora.
Secondo quanto si apprende, il ragazzo sarebbe stato prelevato dal servizio di vigilanza e consegnato agli agenti di polizia che lo avrebbero poi tradotto nel comando di Mostacciano dove è stato identificato.

Il ragazzo racconta che gli hanno sequestrato l'i-Phone mentre stava documentando il malfunzionamento della tratta: “Credo sia un mio diritto farlo, visto che sono un collaboratore free lance di alcune testate on line.” Il giovane è stato trattenuto 40 minuti al comando.
Atac smentisce fermamente la notizia con una nota stampa in cui fornisce una versione diametralmente diversa dei fatti.
"In relazione a notizie di stampa circa il fermo e l'accompagnamento al commissariato di un sedicente fotografo free lance nella stazione di Vitinia, Atac smentisce recisamente la versione dei fatti diffusa.”

Quindi, precisano che: “Non risponde al vero che ci fosse un treno fermo da un’ora alla stazione di Vitinia ma che un treno alle 8.18 ha avuto un problema tecnico che l'ha costretto a una sosta in stazione durata 15 minuti. Il treno dopo l’intervento del personale Atac è regolarmente ripartito alle
Secondo quanto riferisce Atac, il soggetto in questione non solo non si è qualificato come giornalista ma ha iniziato a fotografare l'interno della stazione, il personale e un treno diverso da quello che aveva subito il guasto, che nel frattempo era ripartito, nonostante i notori divieti previsti dal dispositivo di sicurezza a tutela delle infrastrutture sensibili.

Il ragazzo inoltre, si è frapposto fra le porte del treno in partenza, impedendone il regolare esercizio, configurando così la fattispecie di un potenziale reato di interruzione di pubblico servizio. Per tale motivo il treno in questione è stato costretto a una sosta durata circa 15 minuti. Il soggetto si è convinto a scendere solo dopo un'accesa protesta dei passeggeri a bordo che gli hanno intimato di lasciare proseguire il treno. Di conseguenza, è stato fermato dalle Forze dell’ordine”.
Infine l'azione legale: “Atac presenterà una denuncia per interruzione di pubblico servizio. Si rammenta che a chiunque, salvo che ne faccia esplicita richiesta e sia autorizzato e accompagnato, è vietato per legge fare riprese cinefotografiche all'interno delle stazioni ferroviarie e della metropolitana, tanto più quando tale attività interferisce con il regolare svolgimento del servizio di linea e con le norme sulla privacy". E' quanto si apprende da un comunicato stampa dell'ATAC”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fotografa disservizi sulla Roma-Lido: fermato fotografo

RomaToday è in caricamento