Fori Imperiali sull'Herald Tribune, Marino: "L'isola pedonale in cinque anni"

Il progetto di punta della giunta Marino conquista la prima pagina dell'International Herald Tribune, la versione internazionale del NYT. Il primo cittadino rivela: "Pedonalizzazione totale entro la consiliatura"

E' vero, per il momento non è corretto chiamarla 'pedonalizzazione'. Su quei 300 metri di strada davanti al Colosseo dal 3 agosto non passeranno più le auto private, ma continueranno a circolare bus, taxi e ncc. Ma è solo l'inizio. Il sindaco Marino lo ha detto chiaramente: "Ho il sogno di arrivare alla pedonalizzazione totale dei Fori Imperiali nel percorso di questa consiliatura". Cinque anni per la rivoluzione vera: l'isola pedonale. E poi una considerazione di buon senso: "E' evidente che per poterlo fare serve offrire ai romani un'alternativa di trasporto pubblico. Quindi il completamento della linea metropolitana C fino a piazza Venezia". Due questioni che vanno a braccetto e a cui il primo cittadino non rinuncerebbe per niente al mondo. Con buona pace dell'esercito di contrari la cui voce non basta a farlo desistere. 

Specie se il progetto conquista la prima pagina della versione internazionale del New York Times. "Oggi sui Fori imperiali pedonalizzati c'è un articolo in prima pagina sul International Herald Tribune, e non credo che quel quotidiano si sia molto occupato negli ultimi anni del dibattito culturale di questa città". Per Marino è motivo di orgoglio. Anche se il pezzo, a dirla tutta, fa luce anche e soprattutto sul malcontento che il progetto starebbe alimentando. 

SULL'IHT - "Che cosa succede quando il sogno di un uomo è visto dagli altri come un incubo? Quando quello stesso sogno comporta la chiusura di un'arteria principale nel centro di una città come Roma al traffico dei privati?. La risposta è un colossale brontolio e un istrionico dibattito su un progetto che i conservatori dicono dovrebbe dar vita alla piu' grande area archeologica urbana del mondo". Inizia cosi' l'articolo del quotidiano newyorkese, titolato "Questa strada conduce al malcontento a Roma", che spiega come gli animi in città si stiano scaldando ancora di piu' se possibile nel soffocante clima estivo romano.

La prima iniziativa, osserva il quotidiano, a 'forte impatto' delle prime sette settimane di Marino dopo la sua elezione a primo cittadino di Roma. Non tutti sono d'accordo con la visione di Marino, riporta l'IHT che raccoglie anche l'opinione di Luciano Canfora, professore di filologia classica presso l'Università di Bari. "Il lavoro del sindaco non è quello di passare alla storia, ma di lavorare per i suoi cittadini", e' il suo commento critico. "Abbiamo già avuto Nerone, ed è stato più che sufficiente", aggiunge Canfora che si spinge a prevedere dal piano "tortura" e "traffico catastrofico" per la capitale. 

Agli occhi del sindaco, tuttavia, il progetto rappresenta una pietra angolare di una visione più grande che gioca sui punti di forza di Roma e la sua unicità per sviluppare una strategia basata su una sostenibilita' ambientale e culturale. "Voglio trasformare quella che sino ad ora è stata solo una grande strada trafficata in una passeggiata nella storia", spiega Marino nell'intervista realizzata nei suoi uffici in Campidoglio. "E' parte di un sogno, quello di restituire ai romani, agli italiani e alla persone che arrivano da tutto il mondo, questo posto incredibile dove si e' sviluppata la storia del mondo occidentale", aggiunge il sindaco, ripreso in una foto a tutta pagina mentre si affaccia pensieroso dal balcone del Campidoglio sui Fori. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto, osserva l'IHT, i romani moderni, soprattutto i residenti della zona, hanno preoccupazioni piu' pratiche. Anche perchè hanno a che fare con il previsto effetto ricaduta dovuto alla chiusura di un'importante arteria per la viabilita' cittadina, utilizzata, secondo le statistiche, da ben 1.600 automobilisti l'ora durante le ore di punta del giorno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento