Cronaca

Fiumicino: ubriaco si addormenta sul rullo dei bagagli e passa ai raggi X

Finisce in ospedale e con una denuncia la vicenda del turista che si è addormentato sul rullo dei bagagli e che è stato scansionato ai raggi X come fosse una valigia

Zaino in spalla, lattina di birra in mano e una sbornia in atto: così un turista norvegese, senza saperlo, stava per divenire il protagonista di una storia surreale che ha avuto come cornice l'aeroporto di Fiumicino e, in particolare, il rullo del check in dei bagagli. A dare la notizia è il quotidiano La Repubblica.

Arrivato nel Terminal 3 e non avendo trovato nessuno, il turista ha pensato di bene di scavalcare il bancone e mettersi a dormire sul rullo accanto al suo bagaglio: qui inizia la storia dal sapore di leggenda. Una volta sdraiato sul rullo, probabilmente aiutato dalle birre che aveva bevuto, il norvegese di 36 anni, cade in un sonno profondo e non si accorge che, improvvisamente, il rullo comincia a muoversi, attivato da un altro bancone.

L'uomo dorme e dorme fino a quando non viene scansionato ai raggi X come tutti i bagagli, peccato che lui è un uomo e tutte queste radiazioni non fanno certo bene.

Quando l'immagine del suo corpo scandagliato ai raggi X, con tanto di organi interni, è arrivata nel monitor dell'addetta alla sicurezza, la donna, decisamente sorpresa e incredula per l'accaduto, ha subito allertato la sicurezza e ha azionato lo stop. Lui, intanto, continua a dormire.
Alla fine l'uomo è stato “recuperato” dagli agenti, quindi denunciato e infine portato in ospedale per verificare le sue condizioni fisiche dopo essere stato sottoposto alle radiazioni, molto forti, dei raggi X per i bagagli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiumicino: ubriaco si addormenta sul rullo dei bagagli e passa ai raggi X

RomaToday è in caricamento