Cronaca

Fiumicino: sequestrati 300 kg di pesce, poi donati in beneficenza

Avevano acquistato il pesce dai pescatori e l'avrebbero rivenduto abusivamente al dettaglio. La polizia li ha però fermati. Il pesce, in buono stato, è stato quindi ceduto in beneficienza

Hanno acquistato tutto il carico di prodotti ittici dai pescatori appena rientrati nel porto Canale di Fiumicino e pensavano di rivenderlo al dettaglio sulla banchina del porto stesso senza possedere alcuna licenza per il commercio.

Ieri pomeriggio però, alla vista delle motovedette della Squadra Nautica della Polizia di Stato, gli abusivi hanno abbandonato sulla banchina 39 casse di pesce appena pescato, che è stato recuperato dai poliziotti, pari a circa 300 Kg, per poi darsi alla fuga.

Il medico veterinario della A.S.L. contattato dagli Agenti della Polizia di Fiumicino per i necessari accertamenti, ha dichiarato il pesce commestibile e quindi tutto il pescato sequestrato a carico di ignoti, è stato donato dal personale della Squadra Nautica della Questura alle mense della Caritas, delle Suore dell'Incoronata e delle Suore Riparatrici di Fiumicino.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiumicino: sequestrati 300 kg di pesce, poi donati in beneficenza

RomaToday è in caricamento