menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fiumicino, colpo alla pesca di frodo: sequestrati 30 chili di pesce poi donati in beneficenza

L'operazione è scattata sia da terra che lungo il fiume Tevere per evitare che il pescatore di frodo potesse sottrarsi ai controlli e nei suoi confronti sono state elevate sanzioni per un importo di 8mila euro

Blitz contro la pesca illegale della Capitaneria di porto di Roma lungo il fiume Tevere nel tratto di Fiumara Grande.

Al termine di una complessa operazione congiunta tra capitaneria di Porto e Polizia di Stato è stata sorpresa e fermata, la scorsa notte, una persona su di un natante mentre stava calando illegalmente circa 200 metri di rete da pesca. L'operazione è scattata sia da terra che lungo il fiume per evitare che il pescatore di frodo potesse sottrarsi ai controlli e nei suoi confronti sono state elevate sanzioni per un importo di 8mila euro. 

I militari hanno accertato che il soggetto attenzionato aveva calato un'ulteriore rete di circa 200 metri nelle acque antistati l’imboccatura constatando la cattura di circa 30 chili di pescato. Quest'ultimo prodotto ittico in seguito ad accertamento sanitario e certificato di edibilità del medico veterinario è stato donato ad enti caritatevoli per la consumazione nelle mense benefiche. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento