menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cto Garbatella, siglata intesa Regione-Inail: sarà un 'Polo integrato sanitario'

L'ospedale diventerà un polo di eccellenza in campo della traumatologia, protesica e riabilitazione. Il viceoresidente regionale Smeriglio: "Traguardo importante"

Il Cto di Garbatella diventerà un 'Polo integrato sanitario'. È stato siglato oggi un protocollo d'intesa dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti e da quello dell'Inail, Massimo De Felice che consentirà la realizzazione del centro. Si tratta di un polo specializzato negli interventi di traumatologia, protesica e riabilitazione definito nell'accordo quadro raggiunto in conferenza permanente Stato-Regioni il 3 febbraio del 2012. L'Ospedale Centro Traumatologico Ortopedico ''A. Alesini'' è destinato quindi a diventare un centro di eccellenza nella cura delle persone colpite da eventi traumatici, in grado di rispondere alle necessità terapeutiche di cittadini anche non residenti nel Lazio.

Dal canto suo l'Inail, che ha stretto con la regione una convezione che durerà vent'anni, potrà incrementare all'interno del Polo le sue capacità di assistenza protesica: la Filiale romana del Centro Protesi Inail di Vigorso di Budrio potrà trasferirsi presso il CTO ''A. Alesini'', dove sarà possibile realizzare una struttura per l'assistenza sanitaria riabilitativa non ospedaliera che funzionerà anche in regime residenziale.

La convenzione stipulata definisce i servizi garantiti e le tipologie assistenziali. Gli oneri delle prestazioni saranno ripartiti tra Inail e il Servizio sanitario nazionale: l'Inail sostiene totalmente gli oneri delle prestazioni sanitarie e di assistenza protesica erogate ai lavoratori infortunati, mentre attraverso le intese regionali rese possibili dall'accordo-quadro, può intervenire anche in favore degli assistiti del servizio sanitario nazionale, con oneri a carico di quest'ultimo.

Così come l'Inail opererà nella struttura del Cto, lo potrà fare anche in altre otto strutture accreditate. Inoltre, grazie ad ulteriori convenzioni tra Regione e istituto verranno avviati progetti di ricerca e di formazione nell'ambito della riabilitazione.

La firma del protocollo è un risultato positivo per il vicepresidente del Lazio Massimiliano Smeriglio che l'ha definito “un traguardo importante”. Per Smeriglio è così stata “scongiurata la chiusura del pronto soccorso decretata dal piano di riordino della giunta precedente, dopo mesi di lotta da parte dei lavoratori e degli utenti dell'ospedale” ha commentato. “Un riconoscimento particolare va ai lavoratori che non hanno mai mollato, neanche nei momenti peggiori e il loro applauso finale al presidente Zingaretti dopo la firma del protocollo è stato davvero un bel momento”.

Polemiche dal capogruppo Pdl in regione, Luca Gramazio che ha affermato: "Il Protocollo d'intesa per la valorizzazione del Cto della Garbatella è un'opera ascrivibile a Renata Polverini e alla sua giunta. Un lavoro intenso, durato più di un anno e mezzo e iniziato con l'allora presidente Inail Marco Sartori. Tentare di appropriarsi di un successo dell'amministrazione di centrodestra è l'ennesima dimostrazione della terribile pochezza di questo governo regionale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Daniele De Rossi ricoverato allo Spallanzani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • De Magna e beve

    La vera storia della carbonara: origini e curiosità

  • De Magna e beve

    Carbonara: 7 errori comuni da non fare mai

  • Attualità

    La bufala del vaccino su chiamata a Roma

  • Cultura

    La Roma di Stefania Orlando

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento