rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Cronaca

Già allontanato dai genitori irrompe in casa e minaccia nuovamente i familiari

A chiamare il 112 il padre del 20enne, poi arrestato dai carabinieri

Era già stato colpito dal provvedimento dal divieto di avvicinamento alla casa dei genitori. Una misura, emessa lo scorso mese di dicembre, scaturita da pregressi episodi di violenza nei confronti dei suoi familiari. Il figlio violento, un romano di 20 anni con numerosi precedenti di vario genere, non si è dato per vinto e domenica sera ha nuovamente fatto di testa sua, irrompendo nella casa dei genitori, in via Prenestina, e rifiutandosi di lasciarla.

Il padre, esausto dai vani tentativi posti in essere per farlo ragionare, si è visto costretto a chiamare il 112. I Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo sono intervenuti nella casa e il 20enne quando li ha visti ha iniziato ad inveire ancor più energicamente nei confronti dei genitori ed ha tentato di reperire un coltello nei cassetti della cucina ma, a quel punto, è stato immobilizzato e arrestato con le accuse di maltrattamenti in famiglia, violazione dei provvedimenti di allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalle persone offese.

Il 20enne è stato trattenuto nelle camere di sicurezza della caserma dell’Arma in attesa di essere trasferito nel carcere di Regina Coeli.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Già allontanato dai genitori irrompe in casa e minaccia nuovamente i familiari

RomaToday è in caricamento