menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caccia alle feste clandestine di Capodanno: i controlli si spostano su terrazzi, case vacanze e abitazioni private

I controlli sono già iniziati da giorni anche con monitoraggi ed ispezioni anche nelle strutture ricettive della città, come alberghi e B&B

Roma e il resto d'Italia sono pronti a vivere un Capodanno unico e, aggiungiamo, speriamo non ripetibile. Da oggi, infatti, è tornata attiva la zona rossa (cosa si può fare e cosa no) che porta con sè anche un coprifuoco speciale per la notte tra il 31 e l'1 gennaio: non si potrà infatti circolare dalle 22 alle 7 del mattino, due ore in più rispetto agli altri giorni.

In caso di violazione si applicherà una multa che può andare dai 400 ai 1000 euro, e che può essere aumentata di un terzo se la violazione avviene "mediante l'utilizzo di un veicolo". Ma nonostante le limitazioni del Decreto Natale, occhi e orecchie delle forze dell'ordine saranno rivolte verso le feste clandestine dentro e fuori Roma.

Per il Capodanno 2021, infatti, il grosso dei controlli non sarà fatto in strada come negli anni passati ma attraverso il monitoraggio, le investigazioni e le segnalazioni di qualche cittadino: nel mirino, quindi, i party con assembramenti annessi nelle case private, nei b&b, nei casolari oltre il Gra, e nelle case vacanze affittate in questi giorni anche on line.

Un vicino su due pronto a segnalare feste private

Sia chiaro, non ci saranno irruzioni preventive nelle case, ma un lavoro incentrato anche sulle segnalazioni dei vicini. D'altro canto secondo una indagine Coldiretti/Ixè quasi un italiano su due (47%) è pronto a denunciare alle forze dell'ordine eventuali comportamenti scorretti come feste con tanti ospiti, veglioni abusivi o assembramenti durante le feste di fine anno. 

Sotto osservazione, sottolinea la Coldiretti, è il limite per far visita nella propria abitazione di non più di due persone non conviventi con eventualmente i propri figli minori di 14 anni e anche con le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono. Chi pensa però di eccedere e aggirare le restrizioni a Capodanno dovrà guardarsi da quel 47% di italiani che, secondo Coldiretti-Ixè, sono pronti a segnalare alle forze dell'ordine eventuali comportamenti scorretti come feste con tanti ospiti o assembramenti.

Controlli anche su B&B, alberghi e in periferia

Ed è proprio su questo senso civico che sperano di far leva le forze dell'ordine. Insomma, polizia, carabinieri, polizia locale e guardia di finanza non suoneranno il campanello delle case a campione, ma se arriveranno segnalazioni di feste irregolari dai vicini, per esempio, o di notizie di reato ci saranno degli interventi nelle case, sempre nell'ambito dei termini consensiti per legge. 

Monitoraggi ed ispezioni verranno fatti anche nelle strutture ricettive come alberghi e B&B. Mentre in questi giorni sono state monitorate le piattaforme di prenotazione on line e i social per gli affitti a tempo. E lo stesso accadrà ad Ostia, sul litorale dei comuni vicino Roma e ai Castelli.

I controlli stradali a Roma e sulle grandi arterie 

Come a Natale, oggi saranno predisposti controlli lungo le strade di maggior percorrenza come il Grande Raccordo Anulare, la Pontina, la via del Mare, la Tiburtina e la altre consolari come Casilina, Aurelia e Flaminia/intersezione. 

Possibili controlli anche sul Lungotevere, Cristoforo Colombo e Salaria con molte pattuglie saranno in movimento. Ma guai a chiamarli posti di blocco, perché non verranno ispezionate tutte le auto ma i controlli verranno fatti a campione, così come avvenuto durante il primo lockdown a marzo. Le ragioni dello spostamento e la validità dell'autocertificazione faranno il resto.  

Pattuglie fisse e itineranti della polizia locale Roma

Tra il 31 dicembre e l'1 gennaio, saranno in campo circa 900 agenti della polizia locale con pattuglie fisse, nelle zone del centro storico e le piazze della movida, e pattuglie itineranti nei municipi. I controlli inizieranno dal tardo pomeriggio di oggi e dureranno per tutta la giornata di venerdì. 

Vietati i botti a Capodanno a Roma

Attenzione anche sull'utilizzo di armi da fuoco per festeggiare il 2021 e i 'botti' illegali soprattutto in periferia. Solo ieri la Questura ha sequestrato a San Basilio e al Pigneto mezza tonnellata di fuochi d'artificio proibiti.

A Roma, d'altronde, saranno vietati fuochi d'artificio, botti, petardi, razzi e altri materiali esplodenti. Il divieto assoluto sarà in vigore a partire dalle 00:01 del 31 dicembre 2020 fino alle ore 24:00 del 6 gennaio 2020 come prevede l'ordinanza firmata dalla Sindaca di Roma Virginia Raggi che sarà in vigore dalla mezzanotte di oggi su tutto il territorio.

Multe fino a 500 euro e sequestro amministrativo del materiale esplodente per chi contravviene al divieto. Esclusi dal divieto bengala, fontane per torte, bacchette scintillanti, trottole e girandole luminose.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento