menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tiburtina, sanguinante barcolla davanti la stazione dei bus: soccorso dai carabinieri. Caccia all'aggressore

A dare l'allarme è stata una guardia giurata che ha notato il 55enne sanguinante. Il ferito è stato portato in ospedale

Barcollava davanti l'autostazione Tibus, con una ferita alla spalla sinistra, con il sangue che fuoriuscendo gli ha macchiato tutti i vestiti. A notarlo, intorno alle 16 di lunedì 22 all'altezza di largo Guido Mazzoni una guardia giurata che immediatamente ha allertato i carabinieri. Sul posto con i militari della Stazione Nomentana e della Compagnia Parioli che immediatamente hanno a loro volta chiamato il 118. 

L'uomo, un senza fissa dimora romano di 55 anni, è stato medicato e portato in ospedale, al Policlinico Umberto I, in codice rosso, non in pericolo di vita. La vittima ha raccontato ai carabinieri di aver subito un'aggressione da parte di un altro clochard che lo avrebbe colpito con un tondino in ferro, uno di quelli usati dai carpentieri. 

E seppur la versione del 55enne resta al vaglio degli inquirenti, le indagini dell'Arma vertono proprio sul mondo degli 'invisibili'. I carabinieri, infatti, poco distante dal luogo indicato dell'uomo, hanno rinvenuto il tondino in ferro ancora sporco di sangue. Quindi hanno ascoltato altri senza fissa dimora che hanno raccontato di aver assistito ad una animata lite tra due uomini, uno dei quali il 66enne appunto. Ora è caccia all'aggressore. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento