Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca Corviale / Via degli Orseolo

Femminicidio Manuela Petrangeli: notte in ospedale per Molinaro, adesso si trova in carcere

Decine di cittadini hanno portato dei fiori dove la fisioterapista è stata uccisa dall'uomo

È stato trasferito questa mattina nel carcere di Regina Coeli Gianluca Molinaro, l’uomo che ieri pomeriggio ha aperto il fuoco contro la sua ex compagna e madre di suo figlio, Manuela Petrangeli, la fisioterapista 51enne uccisa in via degli Orseolo poco distante dalla clinica dove lavorava a Casetta Mattei. L’uomo, di 53 anni, che dopo l’omicidio compiuto con un fucile a canne mozze si è costituito presso la caserma dei carabinieri di Casalotti consegnando l’arma, a quanto si apprende ha trascorso la notte all’ospedale Sant’Eugenio per un malore. 

Al momento, in attesa che i pm del pool antiviolenza formalizzino la richiesta di convalida del fermo, le accuse sono di omicidio aggravato e detenzione abusiva di armi. L’uomo, che ieri dopo essersi presentato in caserma è rimasto in silenzio, è difeso dall’avvocato Eleonora Nicla Moiraghi. Molinaro aveva precedenti per atti persecutori nei confronti di un'altra donna con la quale aveva avuto una relazione. Indagini sono in corso anche sul possesso dell'arma.

Un femminicidio che ha lasciato il segno, ancora una volta, con decine di cittadini che una volta terminati i rilievi dei carabinieri hanno cominciato a portare fiori, lettere e messaggi in via degli Orseolo, dove giaceva il corpo della donna appena uccisa dal suo ex compagno. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Femminicidio Manuela Petrangeli: notte in ospedale per Molinaro, adesso si trova in carcere
RomaToday è in caricamento