menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Denunciò rissa tra clan a Ostia, cronista di Repubblica sotto scorta: scarcerati i protagonisti

Il 14 luglio scorso la rissa davanti la sala slot di via Casana. Tre gli arresti, effettuati grazie alla testimonianza della giornalista Federica Angeli in seguito minacciata e finita sotto scorta. A riportare la notizia è Alessandro Ambrosini sul sito Notte Criminale

Una rissa, tre esponenti di spicco di due clan arrestati e una giornalista sotto scorta. La Mafia a Ostia è anche questo e negli ultimi giorni questa storia si sta arricchendo di un nuovo capitolo. Sono infatti scaduti i termini di detenzione preventiva per Ottavio Spada, Mauro Di Francesco ed Andrea Esposito, i tre finiti in manette a metà luglio per la rissa avvenuta in via Casana, nei pressi di una sala slot. A darne notizia è Alessandro Ambrosini sul sito Notte Criminale che racconta i contorni della vicenda.

Federica Angeli, cronista di Repubblica, entra in questa storia perché è lei a denunciare i fatti. Si legge su Notte Criminale:

"A seguito della sua denuncia, saranno arrestati i contendenti di quella sera e per la cronista continuerà, da quel momento, una vita diversa. Dico continuerà perché il conto con gli Spada si era aperto un paio di mesi prima, circa. Il 23 Maggio Armando, uno dei pezzi forti del clan, si rivolse a lei con gli occhi iniettati di sangue dicendole: «Ti sparo in faccia», minaccia questa che le valse la vigilanza saltuaria da parte dei carabinieri. Il motivo era un reportage che lei stava facendo proprio sul clan.  Gli arresti per quella rissa non vengono digeriti nell’ambiente criminale, soprattutto dagli Spada che non sono così abituati agli schiavettoni ai polsi. E’ in questo clima che un giorno, sotto la finestra della Angeli, si ferma una macchina e dall’interno qualcuno grida: « Infame, morirai sotto casa». Chi ha lanciato quell’anatema non si saprà mai ma ci vuole poco per passare dalla fantasia alla realtà. Madre, moglie e giornalista. Questa è Federica Angeli, donna che ha lasciato le paure nel cassetto e adesso i carabinieri l’hanno messa sotto scorta 24 ore su 24. Una vita diversa, affidata a uomini dell’Arma che non lasciano nulla al caso quando girano con lei in macchina, non si può lasciare nulla al caso in una città che non è molto diversa da quello che si vede a Scampia o Secondigliano, e la Angeli questo lo sa. Lo si vede dai suoi occhi che spaziano a 360° ogni volta che esce di casa, ogni volta che cerca e trova gli sguardi degli uomini della scorta".

I tre protagonisti di questa storia sono ora liberi. "Liberi dagli schiavettoni, liberi dagli arresti domiciliari. Non è stata ancora presentata l’accusa di tentato omicidio, si aspetta la prova del dna sul coltello ritrovato e sul selciato. Tutto troppo tardi per un fatto avvenuto a Luglio. Una leggerezza che ha permesso di considerare solo la rissa aggravata ma che racchiude storie diverse", scrive Ambrosini.  

GLI SCARCERATI - Chi sono i tre scarcerati? Ottavio Spada o Spada Jr è il nipote di Carmine Spada detto “Romoletto”,reggente dell’omonima famiglia che negli ultimi 10 anni si è ritagliata una fetta di economia criminale di tutto rispetto. Fabio Di Francesco detto “Toro” e Andrea Esposito detto “Barboncino”, sono uomini del clan dei Triassi. Due fratelli espressione di Cosa Nostra a Ostia legati alla famiglia Cuntrera - Caruana.

LA NOTIZIA SU NOTTE CRIMINALE

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Daniele De Rossi ricoverato allo Spallanzani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • De Magna e beve

    La vera storia della carbonara: origini e curiosità

  • De Magna e beve

    Carbonara: 7 errori comuni da non fare mai

  • Attualità

    La bufala del vaccino su chiamata a Roma

  • Cultura

    La Roma di Stefania Orlando

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento