Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Vendeva farmaci oppiacei senza autorizzazione, sigilli alla parafarmacia

I medicinali dovevano essere consegnati ad una farmacia autorizzata dal Servizio Sanitario Nazionale. La vendita in zona Valle Aurelia, due le persone denunciate

Dovevano essere consegnati ad un farmacista autorizzato a venderli sotto prescrizione medica. In realtà venivano venduti sotto banco in una parafarmacia in zona Valle Aurelia. Ad essere denunciati per ricettazione e spaccio di sostanze psicotrope due cittadini italiani, un32enne di origine campane e un 33enne romano, quest’ultimo titolare della parafarmacia. Per loro l’accusa è truffa aggravata ai danni del Servizio Sanitario Nazionale

MANCATA CONSEGNA FARMACI - A seguito della denuncia presentata da un farmacista per una mancata consegna di farmaci, i Carabinieri della Stazione Roma Madonna del Riposo, congiuntamente ai Carabinieri del Nas di Roma, hanno avviato un’indagine al fine di individuare i responsabili. Gli accertamenti svolti dai Carabinieri hanno portato ad individuare una parafarmacia situata in zona Valle Aurelia che vendeva farmaci che, per legge, possono essere venduti al pubblico solo con ricetta medica, e quindi non da una semplice parafarmacia.

ATTIVITA' DEI NAS - La perquisizione eseguita presso la parafarmacia, svolta con la collaborazione dei Carabinieri del Nas, ha portato al rinvenimento di una ingente quantità di farmaci, in relazione ai quali, le due persone denunciate non hanno fornito alcuna autorizzazione alla vendita ne la provenienza.

SIGILLI ALLA PARAFARMACIA - Nel corso delle attività, sono stati recuperati anche i farmaci che erano stati denunciati rubati dal farmacista qualche giorno fa. Tutti i farmaci sono stati sequestrati dai Carabinieri per i successivi accertamenti di laboratorio, mentre per la parafarmacia sono scattati i sigilli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendeva farmaci oppiacei senza autorizzazione, sigilli alla parafarmacia

RomaToday è in caricamento