Cronaca

Motociclista morto su Raccordo, l'appello dei familiari: "Cerchiamo testimoni"

Fabio Anaclerio motoclista di 38 anni è morto lo scorso 11 ottobre a seguito di un drammatico incidente al km 3,600 del Gra, tra le uscite Casal del Marmo e Boccea. I familiari cercano testimoni

"Cerchiamo testimoni". E' l'appello disperato della famiglia di Fabio Anaclerio il motoclista di 38 anni morto lo scorso 11 ottobre a seguito di un drammatico incidente al km 3,700 del Grande Raccordo Anularetra le uscite Casal del Marmo e Boccea.

Fabio, napoletano e padre di Beatrice una bambina di soli 7 mesi, era in sella alla sua Bmw R 1200-R e una volta entrato sul Raccordo all'altezza della Bufolotta, in direzione Fiumicino, si è scontrato per cause imprecisate con un'auto ferma alla corsia di emergenza. I soccorsi arrivati immediatamente sul posto, purtroppo, sono stati vani. Troppo gravi le ferite riportate da Fabio Anaclerio. 

Sulla vicenda indaga la Polizia Stradale di Settebagni. Ci sono ancora dei lati da chiarire e proprio per questo la sua famiglia vuole conoscere la verità. Diego Anaclerio, fratello di Fabio, rivolgendosi alla redazione di Chi l'ha visto? ha lanciato un appello a chiunque abbia assistito a quel terribile impatto o in qualche modo abbia notizie dell'accaduto.

Ad oggi infatti l'unica testimonianza disponibile è quella rilasciata dal conducente dell'autovettura, non abbastanza per chiarire l'esatta dinamica dell'incidente mortale. L'appello della famiglia è arrivato anche tramite Silvana De Falco, la cognata di Fabio. "Chiunque si sia fermato, abbia visto qualsiasi cosa, è pregato di contattare Chi l'ha visto? al numero 068262 oppure la Polizia Stardale di Settebagni 0686601", scrive Diego su Facebook.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Motociclista morto su Raccordo, l'appello dei familiari: "Cerchiamo testimoni"

RomaToday è in caricamento