Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Evade detenuto ricoverato in ospedale: doveva scontare tre anni

L'uomo, un detenuto italiano del carcere di Rebibbia, era ricoverato all'ospedale Spallanzani. Quindi la fuga. Dall'Osapp: "Nel Lazio manca il 25% dell'organico"

Evasione in piena regola per un detenuto del carcere di Rebibbia che, ricoverato all'ospedale Spallanzani è evaso ieri pomeriggio. L'evaso, fuggito intorno alle 18.30, è un detenuto italiano che aveva tre anni di pena residua da scontare.

A renderlo noto è il segretario generale dell'Osapp, Leo Beneduci, che spiega: “Purtroppo di questi fatti sembrano interessarsi solo i poliziotti penitenziari perché la politica non sta facendo molto per le carceri. Nel Lazio la situazione è drammatica: mancano 895 agenti, pari al 25% dell'organico previsto”. “Presto ne verranno assegnati solo 89 e neanche una donna - aggiunge Beneduci - nonostante nel Lazio sia presente l'istituto penitenziario femminile di Rebibbia che è il più grande d'Italia”. Beneduci ricorda inoltre che “dal 22 settembre saremo in protesta: i partiti e la politica ci facciano sapere se vogliono che chiudiamo”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade detenuto ricoverato in ospedale: doveva scontare tre anni

RomaToday è in caricamento