Villa Pamphili: bonificata una discarica ne spunta un’altra, con l’amianto

L'area è stata scoperta dai volontari e dagli agenti del Pics. Ripulito e chiuso un manufatto usato dai senza fissa dimora

Gli ondulati di eternit scoperti a Villa Pamphili (foto Monteverde App)

Bonifica una discarica di rifiuti ingombranti ne spunta un’altra, di materiali pericolosi. Questa la scoperta fatta questa mattina a Villa Pamphili, nel corso di una operazione di ripristino dei luoghi organizzata dai volontari di Retake della zona, dall’associazione Villa Pamphili e Monteverde App assieme agli agenti del Pics della Polizia Locale di Roma Capitale con il personale Ama. La scoperta dell’amianto nell’area verde di Monteverde è avvenuta in una zona impervia, a ridosso di via della Nocetta. Localizzata la discarica sono state attivate tutte le procedure per la bonifica del secondo deposito illegale di rifiuti ingombranti. 

PRIMA DISCARICA - In particolare le operazioni hanno visto al lavoro questa mattina una trentina tra volontari, agenti del Pics e personale Ama che hanno ripulito una prima discarica dalla quale sono stati rimossi pneumatici, materiale sanitario, secchi, bidoni, mobili, frigoriferi, lavatrici ed altri cumuli di rifiuti ingombranti. 

CASETTA MESSA IN SICUREZZA - Un intervento di retake e pulizia che ha riguardato anche un manufatto posto dentro Villa Pamphili. Ripitturato e ripulito da tag e scritte vandaliche, oltre ad essere bonificato al suo interno. Usato anche da senza fissa dimora e sbandati la casetta è stata poi chiusa con un lucchetto al fine di evitare altre intrusioni.

DISCARICA DI AMIANTO - Nel corso dell’intervento di bonifica i volontari hanno poi fatto quella che hanno definito una scoperta choc. A ridosso di via della Nocetta infatti, in un’area boschiva difficilmente accessibile, sono infatti stati trovati altri rifiuti ingombranti. Tra questi alcuni sotterrati alla meno peggio tra cui degli ondulati in eternit contenente pertanto amianto. 

DISPOSTA LA BONIFICA - Proprio la pericolosità del materiale trovato ha poi spinto i volontari ad interrompere la loro attività di pulizia. Informati gli agenti del Pics presenti nel parco di Monteverde i ‘caschi bianchi’ hanno avviato tutte le procedure per la bonifica della discarica. Un lavoro impossibile da svolgere in mattinata vista la possibile pericolosità dei materiali presenti per i quali è necessario uno smaltimento secondo diverse procedure. 

I VOLONTARI - Quanto accaduto è stato raccontato puntualmente dagli amici dell’associazione per Villa Pamphilj e da Monteverde App che così commentano il ritrovamento: “Lo abbiamo trovato oggi, abbandonato nella boscaglia cresciuta tra la Onlus COES ed il muro perimetrale che separa villa Pamphilj da via della Nocetta. Decine e decine di frammenti grandi e piccoli, provenienti presumibilmente dalle coperture dei padiglioni prefabbricati che, destinati ad ospitare scuole ed Onlus di assistenza ai diversamente abili, furono realizzati all'interno del parco decine di anni fa”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

RESPONSABILITA’ - “Ripetiamo, recuperati solo in parte, nonostante l'impegno profuso da tutti i presenti: due operatori dell'AMA ed i due PICS/Pronto Intervento Centro Storico si sono presi cura anche dei bagni mai aperti a ridosso del'ingresso stendendo uno strato di colore su buona parte della struttura (di più non è stato possibile fare, ché non c'era abbastanza vernice), periodicamente presa di mira esternamente dai writers ed all'interno dai rom che la occupano abusivamente. Sarà necessario - spiegano ancora i volontari - ritornare ma, stavolta, in compagnia dei Carabinieri (con cui abbiamo già parlato preannunciando un esposto circostanziato) e, presumibilmente di altre Autorità che facciano luce sulle dimensioni del danno, sui pericoli per l'Ambiente, i frequentatori, gli ospiti delle strutture scolastiche. Soprattutto sulle responsabilità di chi si è reso autore dell'ennesimo scempio ai danni di una villa storica”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso Comune di Roma, pubblicati i bandi: 1512 i posti a disposizione, tutte le informazioni

  • Incendio a Roma Nord, fiamme in un autodemolitore: alta colonna di fumo nero

  • Conosce anziana in treno e la violenta nel vagone, arrestato 28enne

  • Case Ater all’asta: da Garbatella a Trionfale 18 immobili finiscono sul mercato

  • Coronavirus, a Roma nove nuovi casi: sono 18 in totale nel Lazio. I dati Asl del 6 agosto

  • Meteo Roma e Lazio, allerta maltempo da oggi e per le prossime 24 ore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento