Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca

"Dammi 100 euro e ti ridò lo smartphone", l'estorsione di una 15enne

Dopo l'arresto la 15enne è stata accompagnata in caserma e successivamente

Ha chiesto 100 euro per ridare il cellulare appena rubato al suo legittimo proprietario. All'appuntamento per il cosiddetto 'cavallo di ritorno' si sono però presentati, oltre alla vittima, anche i carabinieri che hanno arrestato una ragazzina di 15 anni, domiciliata al campo nomadi di via Candoni, con l'accusa di estorsione.

Tutto nasce dalla denuncia di un romano di 53 anni, che, dopo aver subito il furto del proprio cellulare, ha ricevuto indicazioni per la restituzione dello smartphone, dopo il pagamento della somma di 100 euro. I militari dell'Arma hanno quindi organizzato un appuntamento-trappola: all'ingresso del campo nomadi di via Luigi Candoni, si sono infatti presentati insieme alla vittima.

È qui che i carabinieri sono intervenuti, bloccando la 15enne nonostante le proteste di alcuni parenti della minorenne. Dopo l'arresto la 15enne è stata accompagnata in caserma e successivamente, su disposizione dell'Autorità Giudiziaria competente, condotta presso il centro di prima accoglienza per minori di via Virginia Agnelli. Il cellulare è stato riconsegnato alla vittima.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Dammi 100 euro e ti ridò lo smartphone", l'estorsione di una 15enne

RomaToday è in caricamento