rotate-mobile
Cronaca Esquilino

Esquilino, in 17 in 40 metri quadri: pagavano 2.216 euro al mese

Il dormitorio si trovava al terzo piano in via Filippo Turati. Nel corso del blitz, la polizia municipale ha trovato sei cittadini del Bangladesh. Il contratto è intestato ad un cittadino del Bangladesh di 28 anni

Diciassette posti letto in 40 metri quadri, per un totale di 2.216 euro di affitti al mese. Un altro dormitorio abusivo e base per il commercio illegale nel cuore della città è stato scoperto dalla polizia municipale nell'ambito degli interventi per Roma sicura.

Ancora una volta è l'Esquilino a portare alla luce un dormitorio tugurio per immigrati. I 40 metri in questione sono quelli di un appartamento al terzo piano di via Filippo Turati.
  In due stanze erano disposti ben 17 posti letto, tra letti a castello e materassi gettati a terra alla rinfusa  

Gli agenti non riuscivano quasi a entrare, tanto era l' ingombro di stracci, vecchie coperte e buste di plastica piene di merce da vendere ogni giorno lungo le strade del centro in cambio dei soldi per tirare avanti.

In due stanze erano disposti ben 17 posti letto, tra letti a castello e materassi gettati a terra alla rinfusa. Al momento del blitz sono stati trovati sei cittadini del Bangladesh, tra i 25 e i 34 anni, tutti clandestini e per questo fermati per l'identificazione. Gli altri occupanti erano già usciti portandosi dietro altri ingenti quantitativi di merce.

Nell'appartamento era presente anche una cucina, di circa sei metri quadri. Qui veniva preparato il cibo in grandi quantità in grosse e sporche pentole. La caldaia, priva di rivestimento, era completamente coperta dai grassi della cucina, così come la cappa aspirante sopra i fuochi.

Per i 17 conviventi un solo bagno. I vigili di fianco all'unico water hanno ritrovato un secchio con un mazzo di rose a mollo. Il contratto di affitto ad un cittadino del Bangladesh di 28 anni con regolare permesso di soggiorno.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esquilino, in 17 in 40 metri quadri: pagavano 2.216 euro al mese

RomaToday è in caricamento