menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Esplosivo nella cantina del nonno morto, strada chiusa e artificieri sul posto

La scoperta da parte dei nipoti che avevano già caricato in auto il materiale esplodente

Una cantina esplosiva. Succede all'Eur dove una coppia di ragazzi, nel sistemare quanto contenuto nel locale sotterrano del nonno scomparso da circa 10 anni ha rivenuto dei barattoli, al cui interno si è poi accertato esserci del materiale altamente esplosivo, ovvero dell'acido picrico. 

Gli atttimi di apprensione sono stati vissuti intorno alle 19:00 di mercoledì 3 marzo in via dei Campioni. Dopo aver caricato i barattoli impolverati nella loro vettura i due ragazzi hanno ricordato l'antica passione del nonno, ovvero quella di realizzare petardi e fuochi d'artificio fatti in casa utilizzando del materiale esplodente. Quattro chili di polvere, poi risultata inerte, quindi impossibilitata ad esplodere, contenuta in alcuni barattoli ricoperti di polvere che i nipoti avevano in parte caricato in auto. 

Quando i due ragazzi si sono resi conto della pericolositàdel materiale hanno chiamato la Polizia. Sul posto sono arrivati gli Artificieri con i cani anti esplosivo, che hanno chiuso alcune strade e bonificato la cantina in attesa di altri e più approfonditi accertamenti. Tutto il materiale ritrovato è stato dichiarato inerte a causa delle cattive condizioni di conservazione.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento