Cronaca Tufello / Via della Bufalotta, 148

Attentato incendiario all'ufficio politico Pd di Mirko Coratti a Bufalotta

La deflagrazione nel cuore della notte. Trovato del liquido accelerante versato da una finestra. Danneggiato un bar ed un'auto in sosta. Indagano i carabinieri

L'ufficio politico di Coratti dopo l'esplosione

Attentato incendiario nel cuore della notte, quando un'esplosione ha turbato il sonno dei residenti della Bufalotta. Ad essere presa di mira la sede del Pd che ospitata l'ufficio politico di Mirko Coratti, l'ex presidente dell'Assemblea Capitolina indagato nell'inchiesta di Mafia Capitale ed autosospeso dal Partito Democratico. La deflagrazione intorno poco dopo le 3:00 della notte del 4 gennaio.

DANNI A BAR E AUTO - Allertati i soccorsi al civico 148 di via della Bufalotta sono arrivati i vigili del fuoco, ed i carabinieri della stazione Talenti e della Compagnia Montesacro che non hanno potuto far altro che accertare l'avvenuta esplosione. Nessuno è rimasto ferito ma oltre ai danni all'interno della sede del Pd, è crollata una parete interna che la divideva con un bar adiacente. Danneggiata anche un'automobile parcheggiata sulla strada. 

LIQUIDO ACCELERANTE DALLA FINESTRA - Immediati i rilievi per comprendere le cause che hanno determinato l'esplosione. Secondo quanto si apprende del liquido accelerante è stato trovato sotto una finestra trovata aperta, indice che il rogo possa essere stato causato con dolo dai fumi sprigionati dal materiale 'accelerante'. Sul posto anche la squadra rilievi del Nucleo Investigativo dei carabinieri di via in Selci. Al momento non si esclude nessuna ipotesi investigativa. 

INDAGINE DELLA PROCURA - I carabinieri esamineranno le videocamere di sorveglianza degli esercizi commerciali della zona per trovare qualche spunto investigatvo. Nel frattempo la Procura di Roma ha avviato un'indagine sull'attentanto incendiario di via della Bufalotta. Al momento si ipotizzi il reato di incendio doloso.

FERMA CONDANNA - Ferma condanna per l'attentato è stata espressa dai consiglieri Pd del III Municipio Fabio Dionisi e Francesca Leoncini: "Esprimiamo la nostra ferma condanna dell'attentato che questa notte ha colpito, devastandolo, il locale che ospita l'ufficio politico del Consigliere di Roma Capitale Mirko Coratti".

PIENA LUCE SU TUTTO - "In assenza di rivendicazioni, risultano ignoti i moventi da cui è scaturito un gesto che semina paura ed insicurezza nel quartiere e nei suoi abitanti, tuttavia - proseguono i due consiglieri - esprimiamo piena solidarietà a Mirko Coratti a cui siamo legati da un sentimento di stima e amicizia e auspichiamo non solo che le forze dell'ordine chiariscano le dinamiche dell'attentato, ma anche che la magistratura faccia piena luce nell'ambito della nota inchiesta capitolina sugli intrecci tra politica, affari e criminalità organizzata in modo da dimostrare l'estraneità di Mirko Coratti ai fatti e vengano restituiti alla sua immagine la dignità e l'onore che essa merita".  

 PREOCCUPAZIONE - Preoccupazione per quanto accaduto è stata espressa da Imma Battaglia di Sel: "Ferma condanna per l'attentato di questa notte, di una gravità intollerabile. In attesa che venga fatta luce sulla vicenda, esprimo preoccupazione per un clima politico in cui, nella complessitá della situazione generale - giá esacerbata dagli scandali - azioni come queste prendono ancora una volta il posto del confronto democratico. E' invece importante abbassare i toni da parte di tutte le forze politiche per interpretare la realtà e capire insieme come volgere una pagina oscura per Roma in un'occasione per ricostruire le fondamenta della buona politica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attentato incendiario all'ufficio politico Pd di Mirko Coratti a Bufalotta

RomaToday è in caricamento