rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Ariccia / Via Rufelli

Crollo Ariccia: l'esplosione dovuta ad una bombola del gas, feriti marito e moglie

Dichiarata inagibile la palazzina di due piani di via Rufelli. I due ricoverati al Policlinico Tor Vergata ed all'ospedale San Camillo

Una palazzina sventrata e due feriti gravi, marito e moglie, ricoverati in ospedale. Questa la conta dei danni dovuti all'esplosione che ha determinato il crollo parziale di una casa in via Rufelli 47 ad Ariccia. A determinare la deflagrazione una perdita di gas da una bombola, poi lo scoppio, forte, udito da chilometri di distanza. I primi soccorritori intervenuti sul posto, vedendo le macerie, hanno temuto il peggio ma sono riusciti ad estrarre da sotto il crollo marito e moglie, trasportati in due diversi nosocomi ma non in pericolo di vita. 

ILLESA UNA FIGLIA - Ad essere estratti vivi dalle macerie dalla palazzina crollata posta tra i Comuni di Ariccia ed Albano Laziale Giovanni Garofoli, 76enne dei Castelli Romani in pensione, e la moglie Maria Elena Cohen Perez, casalinga venezuelana di 49 anni. Affidati alle cure del personale medico i due sono poi stati trasportati d'urgenza il primo al Policlinico Tor Vergata, e la 49enne all'ospedale San Camillo. Illesa una delle due figlie, presente all'interno della palazzina, uscita con le proprie gambe dallo stabile sventrato. Assente l'altra figlia. 

PALAZZINA INAGIBILE - Sul posto quattro squadre dei vigili del fuoco. Terminati gli accertamenti sullo stabile i pompieri hanno dichiarato la palazzina di via Rufelli inagibile. Restano da accertare con esattezza le cause dello scoppio, che dai primi accertamenti sembrerebbe stato causato da una perdita ad una bombola del gas. Sul caso indagano i carabinieri della Stazione di Ariccia. 

Crollo palazzina ad Ariccia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollo Ariccia: l'esplosione dovuta ad una bombola del gas, feriti marito e moglie

RomaToday è in caricamento