menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il deposito sequestrato dai NAS ai Castelli Romani

Il deposito sequestrato dai NAS ai Castelli Romani

Escrementi di topo e sporcizia nel deposito di alimenti, sequestrati 12 quintali di merce

Le verifiche da parte dei NAS dei Carabinieri unitamente al personale della Asl nella zona dei Castelli Romani. Sanzionato anche un ristorante del Centro Storico della Capitale

Escrementi di topo, pessime condizioni igienico sanitarie, etichettatura non conforme di alcuni prodotti e detenzione di alimenti privi di tracciabilità. Questo quanto riscontrato in seguito ad una verifica effettuta dal NAS dei Carabinieri unitamente al personale della Asl in un deposito di alimenti e bevande nell'area dei Castelli Romani. 

Un vero e proprio deposito alimentare da incubo, quello trovato dai militari del Nucleo Anti Sofisticazione, che hanno quindi, di concerto con il personale dell'Azienda Sanitaria Locale, sospeso l'attività.

Sequestrati oltre 12 quintali di alimenti di vario tipo, in quanto non ritenuti idonei al consumo, per un valore di circa 20mila euro. Sanzionato il titolare per 5mila euro. 

Controlli NAS 13.02.2020 4-2

Sempre i carabinieri del NAS, impegnati nei servizi di controllo agli esercizi commerciali delle aree ad alta frequentazione di turisti della Capitale, hanno disposto la sospensione dell'attività di un ristorante del Centro Storico.

Nel locale sono infatti state riscontrate pessime condizioni igienico sanitarie, con la presenza di etichettatura non conforme in alcuni prodotti oltre ad alimenti privi di tracciabilità. Sequestrati in totale oltre 30 chili di alimenti vari. 

Controlli NAS 13.02.2020 2-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento