Cronaca

Rifiuti: ultimi camion di 'tal quale' a Malagrotta. Zingaretti: "Chiederò aiuto ad altre Regioni"

Oggi, mercoledì 10 aprile, è l'ultimo giorno in cui i rifiuti non trattati verranno conferiti nella maxi discarica. Zingaretti annuncia la sua prima mossa

Gli impianti laziali designati dal ministro Clini vanno bene, ma non sono sufficienti ad accogliere i rifiuti di Roma, in particolari quelli non trattati che da domani non andranno più a Malagrotta. Serve un aiuto in più e il neogovernatore Zingaretti non ci gira troppo intorno.

''Giovedì alla conferenza dei presidenti delle Regioni sosterrò e chiederò ad altre Regioni di accogliere i rifiuti di Roma per un periodo transitorio per essere lavorati. Altrimenti la Capitale è in difficoltà e confido nella solidarietà di altre Regioni''. Questa la sua prossima mossa sulla questione rifiuti e sullo stop al conferimento del tal quale nel regno di Cerroni.

Domani, mercoledì 10 aprile, la maxi discarica riceverà per l'ultima volta i camion contenenti gli indifferenziati perchè la proroga per questo tipo di materiale, firmata dal commissario Goffredo Sottile, scadrà appunto giovedì 11.

ALEMANNO - E mentre Zingaretti lancia la sua strategia e i cittadini laziali protestano perché la 'monnezza' della Capitale non la vogliono, sul capitolo rifiuti interviene nuovamente anche il sindaco. ''A breve sentirò il ministro e il commissario per vedere cosa è stato elaborato. La mia preoccupazione non è per i rifiuti in strada ma è evitare l'infrazione comunitaria che c'è su Malagrotta per rifiuti del 'tal quale'. Da cinque anni abbiamo chiesto, prima a Marrazzo, poi alla Polverini e a Zingaretti di fare un piano complessivo per poter fare un'alternativa a Malagrotta.

Questo piano non è venuto fuori, le proposte che sono uscite non erano accettabili, adesso siamo vicini a una soluzione perché si è trovata la strada per trattare tutti i rifiuti - ha continuato Alemanno - Si poteva evitare tutto questo cominciando molto prima, ma ribadisco che Roma Capitale è vittima di tutto questo. Il Comune raccoglie i rifiuti li tratta, li differenzia, sta aumentando la differenziata poi però lo smaltimento non è compito nostro ma delle strutture più grandi di noi che devono darci indicazioni precise.

Attendiamo che il commissario e il ministro - ha concluso - traccino una linea chiara. Non c'è il rischio Napoli a Roma perché il problema non è la chiusura di Malagrotta in quanto tale, ma di non mettere i rifiuti del 'tal quale' dentro Malagrotta. Il rischio quindi è l'infrazione comunitaria, le multe, non certo i rifiuti in strada''.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti: ultimi camion di 'tal quale' a Malagrotta. Zingaretti: "Chiederò aiuto ad altre Regioni"

RomaToday è in caricamento