Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca Tivoli / Via Tiburtina

Tivoli: rifiuti in strada e immondizia data alle fiamme. Continua l'emergenza

Mentre il commissario prefettizio lavora per risolvere l'emergenza diversi cumuli d'immondizia sono stati bruciati da ignoti. Ancora emergenza rifiuti nel comune della Città dell'Arte

Continua l'emergenza rifiuti a Tivoli dopo lo sciopero proclamato lo scorso 9 giugno dai lavoratori dell'Asa, la municipalizzata del Comune che gestisce la raccolta dei rifiiuti. Una mobilitazione proclamata dai sindacati Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti e Fiadel con l'astensione del lavoro straordinario di raccolta dei rifiuti dal 9 al 17 giugno, in particolare nei giorni pre festivi e festivi, che sta creando diverse difficoltà tra Tivoli, Villa Adriana, Tivoli Terme, Campolimpido, Paterno, Favale e Borgonuovo dove oltre ai cassonetti sempre più ricolmi di immondizia si segnalano diversi roghi, appiccati da sconosciuti, all'immondizia 'parcheggiata' fuori dai cassonetti per la mobilitazione proclamata dai sindacati.

Tivoli: rifiuti in strada e immondizia data alle fiamme (Foto P.Gravina)

SOLUZIONE - Situazione di emergenza che sembra trovare una prima soluzione con il commissario prefettizio Alessandra de Notaristefani di Vastogirardi ed il suo 'staff' che hanno chiesto all'Asa di risolvere la crisi in tempi rapidi. Una soluzione che ha preso forma mercoledì scorso quando da Palazzo San Bernardino da Siena hanno emesso una prima ordinanza per cercare di risolvere l'emergenza nel tentativo di avviare un 'prestito ponte' per far arrivare alla municipalizzata la riscossione delle prime fatture della Tares.

SINDACATI - Sindacati che in mobilitazione che così motivano i nove giorni di sciopero: "L’assenza di  liquidità economica dell’azienda, oltre a non garantire le spettanze economiche ai dipendenti non è in grado di intervenire  sulla gestione del parco mezzi a garanzia della sicurezza degli operatori, automezzi non  vengono utilizzati, o fermati dall’azienda perché necessitano di manutenzione , pregiudicando il regolare svolgimento del servizio. Le scriventi (Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti e Fiadel ndr) hanno chiesto un incontro col commissario del comune di Tivoli, per una soluzione positiva della vertenza, riteniamo utile che tra l’azienda ed il comune si faccia il contratto di servizio, altra situazione assente, che non consente all’azienda accesso a forme di liquidità economiche. È stato proclamato dalle scriventi l’astensione  dal lavoro in orario straordinario per 9 giorni con decorrenza dal nove corrente mese. Per la giornata di lunedì e stata inoltrata l’autorizzazione alla polizia di stato per una assemblea pubblica sotto la sede del comune dalle ore 8 alle ore 13. Le OO.SS e i lavoratori dell’Asa si scusano con la cittadinanza, per i disagi arrecati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tivoli: rifiuti in strada e immondizia data alle fiamme. Continua l'emergenza
RomaToday è in caricamento