Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca Don Bosco

La Smart e la droga nel KitKat, la pusher del Don Bosco che spaccia ai giovani della movida

La ragazza è stata fermata mentre trasportava cocaina e hashish pronti per lo spaccio

Ormai aveva brevettato una modalità ben precisa. Saliva nella sua Smart e dopo aver incartato la droga nelle carte del KitKat, andava nelle zone della movida per poi vendere la "cioccolata", ossia dosi di cocaina e hashish, ai suoi giovani clienti, anche della Roma "bene". 

A ricostruire il giro d'affari di una ragazza romana di 32 anni, sono stati gli agenti della polizia di Stato del II distretto Salario. L'operazione è scattata nella giornata di ieri a conclusione di servizi di appostamento e osservazione, quando gli investigatori, dopo aver atteso che la sospettata uscisse dalla propria abitazione nella zona del Don Bosco, l'hanno fermata e identificata.

Successivamente gli agenti hanno proceduto alla perquisizione in casa della 32enne che ha permesso di rinvenire, in un cassetto del comò, undici involucri di stupefacente contenenti cocaina e hashish, per un peso complessivo di quasi un chilogrammo e mezzo, oltre a 2.220 euro quale presunto provento dell'attività di spaccio.

Accompagnata negli uffici del distretto, ultimate le indagini, la 32enne è stata arrestata per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Per lei il gip ha poi convalidato l'arresto e disposto i domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Smart e la droga nel KitKat, la pusher del Don Bosco che spaccia ai giovani della movida
RomaToday è in caricamento