rotate-mobile
Cronaca Quarticciolo

A Roma i pusher nascondono la droga anche nelle trappole per topi e nei cassonetti dei rifiuti: 11 arresti

Il blitz al Quarticciolo. Proseguono i controlli antidroga dei carabinieri che hanno portato al sequestro di centinaia di dosi di stupefacente

A Roma i pusher nascondono la droga ovunque. Ogni pertugio è buono, anche i contatori, nelle aree giochi per bambini, nelle scatole delle caramelle, nelle trappole per topi, nella cassetta della posta, nelle cantine, e i cassonetti. Nelle ultime ore i carabinieri della compagnia Casilina hanno setacciato la zona del Quarticciolo.

Lì i carabinieri della stazione di Tor Tre Teste hanno arrestato in flagranza un 18enne egiziano e un 36enne del Marocco, entrambi già noti alle forze dell'ordine, sorpresi dai militari mentre effettuavano delle cessioni, prendendo lo stupefacente da una trappola per topi e da un cassonetto dei rifiuti, dove i carabinieri hanno poi rinvenuto 15 dosi di crack e diversi grammi di hashish.

Un altro nascondiglio della droga è stato ricavato all'interno di un contatore elettrico, da uomo di origine brasiliana di 47 anni, sorpreso in flagranza dai carabinieri mentre occultava 16 dosi di cocaina e crack, insieme a 100 euro ritenuti provento di attività illecita.

Sempre nel Quarticciolo, i militari dell'Arma hanno arrestato tre persone tra cui una donna, notati prima dello scambio mentre prelevavano dello stupefacente da un nascondiglio ricavato nel terreno, in prossimità di un'aiuola. Dopo aver ispezionato il luogo dell’occultamento, i militari hanno rinvenuto e sequestrato 51 dosi di cocaina.

Altre tre persone, un cittadino egiziano di 24 anni, un 19enne tunisino e un'italiana di 39, sono state arrestate in concorso tra loro, dopo essere state notate prelevare lo stupefacente da un cestino per i rifiuti, all’interno del quale, i carabinieri hanno poi rinvenuto 35 dosi di cocaina oltre a 140 euro in contanti, ritenuti provento di attività di spaccio.

Qualche ora più tardi, sempre gli stessi carabinieri hanno arrestato un cittadino russo, con precedenti, sorpreso nell’attività di spaccio mentre prelevava le dosi sempre da un cassonetto per i rifiuti, dove in seguito i militari hanno trovato 48 dosi fra cocaina e crack. Infine, in via Manfredonia, gli uomini delle forze dell'ordine hanno arrestato un cittadino italiano di 25 anni, bloccato in flagranza mentre cedeva alcune dosi di stupefacente nei pressi della propria abitazione.

Tutti gli arresti sono stati convalidati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Roma i pusher nascondono la droga anche nelle trappole per topi e nei cassonetti dei rifiuti: 11 arresti

RomaToday è in caricamento