rotate-mobile
Cronaca

Rapina e picchia le donne: preso l'incubo del litorale

Le aggressioni ad Ostia ed Acilia. Il 23enne si doveva trovare agli arresti domiciliari

Le sue prede erano soprattutte le donne, prese di mira in zone isolate, rapinate a volte sotto la minaccia di un'arma e poi picchiate e ferite senza motivo. A mettere fine all'incubo degli abitanti di Ostia ed Acilia i carabinieri che hanno smascherato il malvivente, che agiva evadendo gli arresti domiciliari ai quali era sottoposto, accertando due rapine consumate ad Ostia ed Acilia, ma potrebbero essere molte di più. 

In particolare sono stati i Carabinieri della Stazione di Acilia ad arrestare, su disposizione del Gip del Tribunale di Roma, un 23enne di origine brasiliana. Il provvedimento è stato emesso conseguentemente alle indagini dei Carabinieri che hanno consentito di ricondurre al malvivente una serie di furti con strappo e rapine perpetrate nelle ultime settimane in varie località del litorale romano. 

I reati, tutti caratterizzati da una preoccupante determinazione dell’uomo talvolta sfociata in feroci aggressioni anche a mano armata, hanno consentito di evidenziare l’indole delinquenziale ed antisociale del 23enne che, benché già ristretto agli arresti domiciliari nella propria abitazione di Acilia, non si è minimamente preoccupato di violare immotivatamente la citata misura.

Il “modus operandi” del malvivente è stato sempre lo stesso: agire in zone isolate o in arco notturno, affrontando le proprie vittime, scelte fra i soggetti apparentemente più fragili ed indifesi, a volto coperto, approfittando della presenza di un fiancheggiatore o minacciandole con un coltello, senza esimersi – dopo essersi impossessato di quanto ritenuto di valore - dal colpirle immotivatamente con calci e pugni o addirittura di ferirle con l’arma da lui impugnata.

Il Gip del Tribunale di Roma, su richiesta della locale Procura della Repubblica, accertata la pericolosità sociale del giovane e alla luce dell’inefficacia delle misure già adottate nei suoi confronti, chiaramente insufficienti a frenarne i comportamenti delinquenziali, ne ha disposto l’immediata carcerazione con apposita ordinanza. I Carabinieri lo hanno quindi raggiunto nella sua abitazione e lo hanno arrestato, traducendolo poi presso la casa circondariale di Vasto (provincia di Chieti).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina e picchia le donne: preso l'incubo del litorale

RomaToday è in caricamento