menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Incubo per una donna: segregata e stuprata dall'uomo che la ospitava in casa

Il 41enne è stato sottoposto a fermo per violenza sessuale e sequestro di persona

Parlava solo inglese, ma a raccontare per lei ancora prima delle parole erano le lacrime, i singhiozzi, la voce interrotta. Una donna di 33 anni è stata segregata e stuprata da un conoscente a cui aveva chiesto ospitalità. Lo stupro in un appartamento dell'Ardeatino.

La violenza sessuale si è consumata la scorsa settimana in un appartamento di via di Tor Carbone. A chiamare i soccorsi la stessa donna. Intervenuta sul posto un'ambulanza del 118 ha accertato lo stato di choc della 33enne con il personale medico che, dopo aver trasportato la donna in ospedale, ha richiesto l'intervento della polizia. Ascoltata la vittima, questa ha riferito dell'incubo vissuto e di violenze ripetute subite nell'appartamento dove l'amico che si è poi rivelato essere il suo aguzzino l'ha segregata e sequestrata. 

Ascoltata la testimonianza della donna ed accertata la violenza sessuale, come refertato dal personale medico del nosocomio dove è stata dimessa con 25 giorni di prognosi, gli agenti delle volanti e del commissariato Tor Carbone di polizia hanno quindi trovato l'uomo nell'appartamento all'Ardeatino dove si era consumata la violenza sessuale.

Identificato in un cittadino del Marocco di 40 anni, con precedenti per danni al patrimonio, l'uomo è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria. Dovrà rispondere dei reati di violenza sessuale e sequestro di persona. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento